Live Sicilia

La Ionio gas dovrà attenersi alle prescrizioni

A Melilli il rigassificatore si farà


Articolo letto 1.098 volte

VOTA
0/5
0 voti

autorizzazione, ionio gas, melilli, regione sicilia, rigassificatore, siracusa, Politica, Siracusa
La Regione conferma la realizzazione del rigassificatore nel territorio del comune di Melilli, in provincia di Siracusa. Lo rende noto un comunicato di palazzo D'Orleans. Dopo l'illustrazione dello stato dell'arte dell'assessore all'Energia e ai Servizi di pubblica utilità, Giosuè Marino, nel corso della seduta di giunta di ieri, Marino e il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, hanno scritto una nota indirizzata alla Ionio gas srl, la società che ha proposto la realizzazione dell'opera.

Nel documento, la Regione si rende disponibile alla realizzazione dell'impianto dopo una serie di incontri tecnici, che si sono svolti al dipartimento all'Energia perché si arrivasse a una "corretta e sollecita definizione del procedimento autorizzativo", previa definizione di alcuni aspetti tecnico-giuridici.

Come è noto, la vicenda è connotata da alcuni caratteri di criticità, sui quali però sono state già individuate le misure idonee per superarle. Nella nota, infatti, si precisa che sarà necessario verificare "l'impegno a rispettare le prescrizioni imposte dall'assessorato regionale Territorio e Ambiente in materia di sicurezza dell'impianto: dalla riduzione dell'impatto visivo dei serbatoi attraverso l'interramento, agli interventi di bonifica, alla definizione puntuale delle misure di riqualificazione e compensazione ambientale".

Viene anche evidenziata la necessità di garantire il coinvolgimento delle popolazioni interessate, visto anche il recente orientamento del giudice amministrativo riguardo il rigassificatore di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, che ha sospeso l'infrastruttura dopo la sentenza del Tar Lazio, in cui si evidenziava il mancato coinvolgimento della popolazione.

Per arrivare prima possibile alla definizione delle prescrizioni descritte nella nota - tempi e modi per la realizzazione dell'impianto e coinvolgimento della comunità locale - la prossima settimana, Marino convocherà un ulteriore incontro con il dirigente generale del dipartimento Gianluca Galati e i rappresentanti della Ionio gas.