Live Sicilia

Speziale contro il referendum

"E' soltanto una farsa"


Articolo letto 888 volte

VOTA
0/5
0 voti

antimafia, lillo speziale, pd, Cronaca
Le consultazioni promosse da Donegani? “Tutta una farsa”. Parola di Lillo Speziale, deputato del Pd, alla guida della Commissione regionale antimafia, tra i 'big' del Partito Democratico a Gela. Speziale minimizza sulle consultazioni di ieri nel polo industriale nisseno. Anzi, a voler essere puntuali, interrompe la cronista: “signorina, per favore, parliamo di cose serie”.

Secondo la tesi di Speziale, per poter raggiungere i numeri diffusi dal circolo di Gela che fa capo al deputato Miguel Donegani (2.693 votanti, di cui 2.589 'no'), “per tutto il giorno doveva esserci la fila fuori, almeno fino alla piazza, altrimenti è inspiegabile come abbiano potuto votare, all'interno della sede di un circolo, quasi tremila persone”. C'è di più: “Ricordo a me stesso – dice Speziale – che nel circolo impropriamente detto di Donegani, sono iscritti sia il sindaco di Gela che quattro consiglieri comunali, che hanno dichiarato di non aver preso parte al voto”.

Secondo Speziale si sarebbe trattato di “un voto posticcio, insomma, che contraddice il risultato politico ottenuto al congresso di Gela”. Congresso che, è bene ricordarlo, ha avuto luogo nello scorso mese di Novembre e ha visto in concorrere alla poltrona di segretario provinciale Giuseppe Gallè e Antonio Montagnino. “Io sostenevo Gallè – ha aggiunto Speziale – che ha vinto con quasi il 70% dei voti. In ogni caso la linea di entrambi i candidati era mirata ad allargare le alleanze a Mpa e Udc. Dunque, se circa due mesi fa il 100% degli iscritti si è espresso per l'allargamento delle alleanze, com'è possibile che oggi addirittura 2.600 persone abbiano detto di 'no' all'accordo con Lombardo?”.

“Non voglio commentare oltre – ha detto ancora Speziale – per gente di partito come me l'unica sede in cui confrontarsi ed esprimere le proprie idee è il congresso. Ho grande stima e rispetto per gli iscritti, io”. Ultima domanda secca a Speziale, prima di congedarlo: è stato dunque tutto un bluff? “Io ho raccontato i fatti, il resto lo deduca lei”.