Live Sicilia

RIFIUTI

Chiesta l'insolvenza per Amia Essemme


Articolo letto 903 volte

VOTA
0/5
0 voti

amia, amia essemme, carlo marzella, insolvenza, rifiuti, Cronaca, Le brevi
Il pm Carlo Marzella ha chiesto la dichiarazione dello stato di insolvenza della Amia Essemme, la società partecipata da Amia Spa che si occupa dello spazzamento manuale delle strade a Palermo. L'istanza è stata presentata dal magistrato all'udienza in corso davanti al tribunale fallimentare di Palermo in cui si discutono le sorti dell'Amia, l'ex municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti, attualmente sottoposta, dopo la dichiarazione dello stato di insolvenza, ad amministrazione straordinaria.

La decisione di chiedere l'insolvenza anche della società partecipata deriva da una relazione dei commissari straordinaria, chiamato a dirigere l'Amia in amministrazione straordinaria, che ha evidenziato un'esposizione debitoria dell'azienda di 5 milioni di euro. Inoltre al 31 dicembre dell'anno scorso il bilancio di Amia Essemme si è chiuso con un passivo di 316 mila euro. L'udienza è stata rinviata al 15 marzo, data in cui il tribunale si pronuncerà sull'istanza della procura.