Live Sicilia

Le reazioni

Borsellino: "Rispetto la dignità"
Lupo: "Si chiude pagina triste"


Articolo letto 981 volte

VOTA
0/5
0 voti

cuffaro, idv, leoluca orlando, Cronaca, Politica
“La giustizia ha fatto il suo corso e la sentenza di oggi pone fine a una vicenda che ha mostrato con tutta evidenza il coacervo politico, affaristico e mafioso che ha retto la Sicilia nell’ultimo decennio". Queste le parole dell'eurodeputato Rita Borsellino, in riferimento alla sentenza sull'ex governatore Salvatore Cuffaro. Ma la Borsellino continua lodando anche il comportamento e la dignità dell'imputato Cuffaro: "A fronte di tutto ciò e senza dimenticare i gravissimi crimini di cui si è macchiato l’ex governatore, mi preme tuttavia esprimere apprezzamento per l’atteggiamento tenuto nel corso del processo da Salvatore Cuffaro, che ha mostrato massimo rispetto tanto per l’operato dei magistrati, quanto per la sentenza dei giudici. Un atteggiamento dignitoso che si contrappone in maniera netta a quello dei troppi uomini politici che, come il presidente del Consiglio, sono soliti rispondere alle accuse della magistratura denigrando i giudici e sottraendosi alla giustizia”.

"In uno Stato di diritto la politica deve rispettare le sentenze. In uno Stato democratico, la politica deve però rilevare, come da anni facciamo in tanti, che dopo una stagione di forte indignazione e risveglio, proprio dal 2001, quando Salvatore Cuffaro è diventato presidente della Regione, in Sicilia c'é stato un progressivo deterioramento economico, culturale ed etico che tuttora pesa come un macigno sui diritti dei siciliani e sullo sviluppo dell'Isola". Lo afferma in una nota il portavoce dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando, commentando la sentenza della Cassazione che ha confermato la condanna per favoreggiamento aggravato a Cuffaro, ex governatore della Sicilia e senatore del Pid.

"La condanna definitiva a sette anni di reclusione per l'ex presidente della regione sicilia Salvatore Cuffaro, deve far riflettere sul degrado morale in cui è piombata la politica isolana" lo dichiara Erasmo Palazzotto coordinatore regionale di Sinistra Ecologie e Libertà. "E' urgente e necessario che la politica si dia un codice etico" - continua l'esponente del partito di Vendola - "perchè è inammissibile che un uomo che ha favorito la mafia sia stato seduto per 2 anni sugfli scranni di Palazzo Madama. Cuffaro è stato artefice del decadimento morale e politico della nostra Regione - aggiunge Palazzotto - questa sentenza è un segnale positivo per la Sicilia perchè pone fine alla stagione dell'impunità della classe politica. Apprezziamo tuttavia il comportamento con cui l'ex presidente ha accolto la sentenza di condanna - conclude Palazzotto - di questi tempi non è facile trovare politici che rispettino il lavoro della magistratura".

"Le sentenze come sempre non si commentano ma si rispettano. Certamente con questa decisione della Cassazione si chiude definitivamente una pagina politica triste per la storia della Sicilia". L'ha detto il segretario regionale del Partito democratico, Giuseppe Lupo, commentando la sentenza della cassazione che conferma la condanna a sette anni nei confronti dell'ex governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro.