Live Sicilia

L'intervista

Miccichè contro Lombardo:
"Riforme? Solo chiacchiere"


Articolo letto 879 volte

VOTA
0/5
0 voti

forza del sud, gianfranco miccichè, lombardo, Politica
Miccichè torna a parlare del governo Lombardo, intervistato dal free press Sud. “Quale azione riformatrice? - dice Miccichè, rispondendo alla domanda -. Se mettiamo da parte le dichiarazioni di intenti più volte esternate da Lombardo non riscontro nessuna azione riformatrice degna di questo nome ascrivibile all’attuale governo regionale e tanto meno ne ravvedo i prodromi per il prossimo futuro. La Sicilia ha bisogno di atti concreti e non di proclami regolarmente disattesi, mentre l’esecutivo vive alla giornata, rimandando sine die ogni decisione. La scelta di affidarsi ai tecnici, che si stanno contraddistinguendo solo per una politica improntata sul no pregiudiziale su qualsiasi argomento, evidenzia l’impossibilità e l’incapacità dell’attuale governo regionale di farsi carico delle istanze inerenti il futuro della Sicilia. In poche parole non posso dare un giudizio su un qualche cosa che non si è di fatto mai concretizzato e che a questo punto è del tutto evidente che non potrà realizzarsi”.

Domanda. Da più parti si dice che il presidente Lombardo stia cercando di riavvicinarla, per controbilanciare l’alleanza col Pd. Si sente di escludere, a priori, questa prospettiva? “Nel modo più assoluto. Ribadisco che il tempo dei giochini politici e dei tatticismi senza costrutto è finito. Non spetta a me guardare in casa d’altri, ma la polemica interna al Pd la dice tutta sul futuro politico di una maggioranza e di un governo confuso su tutto e capace solo di distinguersi per un colpevole immobilismo del quale tanto per cambiare fanno le spese i cittadini. Siamo lontani anni luce da questo modo di intendere la politica come un esercizio trasformistico fine a se stesso. E’ ora di voltare pagina”.