Live Sicilia

Eventi

Il grande jazz a Palermo
Al Palab c'è Adam Rudolph


Articolo letto 723 volte

VOTA
0/5
0 voti

adam rudolph, concerto, jazz, musica, palermo, Zapping
Domani sera al Palab protagonista il grande jazz. Alle 22 infatti salirà sul palco Adam Rudolph, il compositore improvvisatore e percussionista Adam Rudolph in passato ospite nei maggiori festivals e rassegne di concerti del Nord e Sud America, Europa, Africa e Giappone. Fin dagli anni '70, e` andato sviluppando un suo personalissimo approccio alla percussione, collaborando con musicisti del calibro di Yusef Lateef, Sam Rivers, Pharaoh Sanders, L. Shankar, Fred Anderson, Don Cherry, Jon Hassel, Wadada Leo Smith e Omar Sosa. Tra le numerose pietre miliari della sua carriera, ricordiamo l'apparizione come solista con le orchestre sinfoniche du Koln, Atlanta e Detroit, la composizione ed esecuzione di The Dreamer, un opera basata sulla "Nascita della Tragedia" di Friedreich Nietzsche (1995) e l'organizzazione del Bootstrap Festival ( Los Angeles 1998).
Adam Rudolph e` conosciuto come un innovatore nel campo della cosiddetta "World Music". Nel 1977 e` stato tra i fondatori della Mandingo Griot Society, con Gambian Kora Griot e Foday Musa Suso: una delle prime band che hanno combinato musica Americana ed Africana.
Dal 1998 al 2001 ha regolarmente suonato al Festival D'Essaouira in Marocco, collaborando con molti maestri di Gnawa Maleems.
Nel 2001 Rudolph ha fondato la "Go: Organic Orchestra": organico orchestrale variabile dedicato allo sviluppo del concetto ritmico-compositivo elaborato dal suo direttore, secondo i principi dell'improvvisazione e della conduction rielaborati da Rudolph in maniera originalissima. Il gruppo ha al suo attivo tre cd, ed e` stato scelto dal Los Angeles Weekly come migliore band nel 2003 e nel 2005.