Live Sicilia

BENI CULTURALI

Nel 2010 recuperati beni per 2 milioni di euro


Articolo letto 662 volte

VOTA
0/5
0 voti

2010, beni culturali, operazioni carabinieri, Le brevi, Palermo
Oltre 680 controlli e ispezioni, 3.529 oggetti del patrimonio culturale recuperati per un valore complessivo di oltre 2 milioni di euro. Sono i numeri di un anno di attività dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale della Sicilia. Nello scorso anno, nell'Isola, inoltre, sono stati commessi 44 furti: due a musei, 11 ad enti pubblici, 22 in chiese e nove a privati.

Il "primato" dei crimini (17) va a Palermo. Gli oggetti rubati restituiti a musei, chiese e Soprintendenze sono: 2.193 beni archeologici, 540 d'antiquariato, 426 librari e archivistici, 348 paleontologici e 22 artistici. Le segnalazioni di scavo clandestino nei siti archeologici siciliani, arrivate ai carabinieri da tutte le soprintendenze dell'Isola, sono state 15. I controlli hanno riguardato: verifiche di sicurezza a musei, biblioteche e archivi (113), ad aree archeologiche (174), ad aree tutelate da vincolo paesaggistico (85), ad antiquari, commercianti e privati (215) e a mercati e fiere (96). Diciassette le contravvezioni notificate. Tra le operazioni più significative quelle relative al recupero di 930 reperti archeologici ad Agrigento dell'aprile 2010 e di 124 oggetti chiesastici a Messina a dicembre scorso, entrambe condotte presso privati.