Live Sicilia

Ars

Pd sempre più "separato in casa"
Oggi un nuovo confronto


Articolo letto 998 volte

VOTA
0/5
0 voti

cracolici, pd, scissione, Politica
Ancora acque agitate nel Partito democratico. A nulla è servita la riunione voluta dal capogruppo all’Ars Antonello Cracolici. La discussione si è protratta per quasi quattro ore senza pero’ raggiungere un accordo tanto da aggiornare i lavori a domani (oggi, ndr) mattina.
Al centro del dibattito le critiche mosse da una parte del partito a Cracolici, accusato di una gestione “autoritaria”  della compagine di Sala d’Ercole.

"Abbiamo dovuto interrompere la discussione per via dell'incombere dei lavori d'ala - spiega Baldo Gucciardi - domani torneremo a riunirci e sentire il parre degli altri deputati. Il rischio di una scissione resta tale, la nostra non è una questione di bottega ma di strategia del aprtito. Non vogliamo compromessi al ribasso, si deve alzare l'asticella verso obiettivi più alti. Mi auguro che si riesca a trovar una sintesi che mtta d'accordo i diversi pareri".
La prossima "puntata" quindi domani alle 13 quando i democratici torneranno a sedersi attorno a un tavolo per capire se e come scongiurare i venti di scissione che sferzano sul partito.

"E' innegabile - commenta Cracolici - che esistano profonde divergenze all'interno del partito. Toni accesi? E' normale che ci siano quando si discute. C'è molto malessere  - ammette il capogruppo - ma è una sensazione che provo anche io...".