Live Sicilia

Dieci barconi in 24 ore

Maxiesodo a Lampedusa
Tre nuovi barconi in arrivo


VOTA
0/5
0 voti

clandestini, immigrati, lampedusa, Cronaca
Maxi sbarco in nottata a Lampedusa. Dopo una pausa durata una settimana, un barcone con 347 migranti, tra cui quattro donne, è approdato intorno alle 2.30 nel porto dell'isola scortato dalle motovedette della Guardia Costiera.
C'erano anche due giornalisti di una televisione tedesca sul barcone approdato in nottata a Lampedusa con 347 migranti. La troupe ha documentato, con una telecamera digitale, la traversata dalle coste tunisine. I due reporter sono stati fermati dalle forze dell'ordine e, dopo un controllo dei documenti, sono stati rilasciati.

L'imbarcazione, lunga una quindicina di metri,
era stata avvistata ieri sera mentre era ancora in acque territoriali tunisine. Un altro sbarco si è registrato invece direttamente a Linosa, la più piccola delle isole Pelagie, dove i carabinieri hanno bloccato 22 extracomunitari. Era dal 23 febbraio scorso che non si registravano nuovi arrivi di immigrati, anche a causa delle cattive condizioni del mare che avevano scoraggiato la partenza di barconi dalle coste nordafricane.

Con l'arrivo dei 347 migranti sbarcati in nottata a Lampedusa torna a riempirsi il Centro di accoglienza di Lampedusa che in realtà è un Cie (Centro di identificazione ed espulsione). Nella struttura, che ha una capienza di 850 posti letto, erano rimasti solo 218 extracomunitari dopo gli ultimi trasferimentI di ieri con due voli verso i Cpt di Bari e Brindisi.

Proprio ieri la Procura di Agrigento ha confermato l'iscrizione nel registro degli indagati dei circa 6 mila migranti sbarcati nelle ultime settimane sull'isola. Gli extracomunitari, in gran parte tunisini, devono rispondere del reato di immigrazione clandestina. Anche il sindaco di Lamepdusa è stato iscritto ieri nel registro degli indagati per istigazione all'odio razziale, dopo l'ordinanza con la quale vietava l'accattonaggio e la circolazione degli immigrati per le strade dell'isola.

Un barcone con una quarantina di migranti a bordo è stato intercettato da una motovedetta della Guardia Costiera a quattro chilometri dall'isola di Lampedusa. E' il quinto nel giro di poche ore che approda nelle Pelagie per un numero che sfiora complessivamente le 500 unità.

E' giunto a Lampedusa il barcone che era stato intercettato dalla Gdf a un paio di miglia dall'isola. A bordo c'erano 25 persone, tra le quali tre donne e alcuni minori, tutte provenienti dalla Tunisia.

"La popolazione di Lampedusa ha già dimostrato, in diverse occasioni, di essere abituata ad aprire le porte del cuore". Lo ha detto l'arcivescovo di Agrigento, monsignor Francesco Montenegro, che oggi si è recato a Lampedusa per un incontro pastorale con i fedeli dell'isola che appartengono alla sua diocesi. Commentando l'emergenza immigrati sull'isola, dove nelle ultime ore sono sbarcati altri 500 extracomunitari, monsignor Montenegro ha osservato: "In questi anni gli abitanti di Lampedusa sono sempre stati capaci di ospitare chi aveva bisogno".

Altri tre barconi diretti a Lampedusa sono stati avvistati dall'Atr della Guardia di Finanza in pattugliamento sul canale di Sicilia. Le imbarcazioni, cariche di migranti, dovrebbero arrivare nella notte nel porto dell'isola. Con l'ultimo avvistamento sale a dieci il numero di barconi diretti verso l'Italia nelle ultime 24 ore.