Live Sicilia

Le spine dell'Assemblea e il Pd

Cracolici e la riforma elettorale:
"Una minoranza di sfascisti"


Articolo letto 605 volte

VOTA
0/5
0 voti

ars. legge elettorale, cracolici, Politica
"Con la riforma della legge elettorale vogliamo rimettere al centro l'elezione diretta e libera dei sindaci, che in questi anni troppe volte è stata trasformata in un'elezione 'indiretta': sono stati i consiglieri a trascinare i sindaci, e non viceversa. Il voto confermativo è un'iniezione di democrazia e trasparenza nel meccanismo di scelta degli amministratori". Lo dice Antonello Cracolici, presidente del gruppo Pd all'Ars, a proposito della riforma della legge elettorale per gli enti locali. "Così come avevamo detto la legge e arrivata in aula, il centrodestra non può porre veti. Fino ad ora - aggiunge - nella minoranza hanno avuto la meglio i 'falchi sfascisti', che continuano a dire che vogliono fare la legge sulla semplificazione e poi presentano 800 emendamenti: anche un bambino capisce che sono in malafede".
"Noi per primi - conclude Cracolici - sappiamo che la legge elettorale ha bisogno di essere il più possibile condivisa: proprio per questo ci auguriamo che si torni a un clima di normalità e si avvii una discussione serena sul merito del provvedimento".