Live Sicilia

L'incidente mortale di via Pitrè

Su fb dolore per Litterio:
"Non ti dimenticheremo"


Articolo letto 4.524 volte

VOTA
0/5
0 voti

incidente mortale, litterio freschi, vigili, Palermo


C’è chi alza le spalle con incredulità, chi asciuga le lacrime con il dorso della mano, per fingere, per simulare, per non soffrire troppo. E c'è chi preferisce non parlare e chi, invece, scrive e condivide il proprio dolore sulle pagine di facebook, nel camposanto delle lapidi virtuali. Messaggi di sgomento cominciano ad alternarsi sulle bacheche virtuali del social network, adesso che Litterio Freschi non c’è più, dopo l'incidente notturno in via Pitrè.
Quasi ventenne, la faccia di chi si sente grande ma ancora non lo è, la voglia di divertirsi e di trovare un passaggio nella vita. Una vita che si è interrotta per la strada, sull'asfalto non lontano dal suo quartiere, Boccadifalco, dove nei pomeriggi si riuniva con gli amici e i coetanei dei palazzi vicini.

“Per descrivere Litterio bastano poche e semplici parole, solarità e disponibilità. Era un ragazzo solare, pronto a farti sorridere anche quando avevi avuto una giornata storta, e soprattutto sempre disponibile con tutti - racconta Vito, un suo amico di vecchia data -. Amava vivere, il suo sogno più grande era quello di trovare un lavoro fisso e di costruire una famiglia con la sua ragazza che amava tanto”. “Amore mio mi hai lasciata non ci credo. Eri il mio ragazzo stupendo e favoloso - sfoga cosi la sua sofferenza e il senso di vuoto la giovane fidanzata di Litterio - chi mi ripeterà sì a me vita, ti amo cucciolo mio, senza di te non vivrò. Ti giuro che non ti dimenticherò mai”.

Anche noi proveremo a non dimenticare - come accade per gli altri -  Litterio Freschi “quel ragazzo con il sorriso sempre sulle labbra, con quegli occhi che parlavano da soli, che bastava guardarti per capire che stavi per sparare una delle tue solite minchiate. Riposa in pace, sei diventato un bellissimo angioletto”. Siamo stanchi, però, di veder volare via tutti questi angeli.