Live Sicilia

La replica dell'assessorato alla Salute

La risposta ad Armando:
"Controlleremo, però..."


Articolo letto 811 volte

Un lettore aveva posto una questione di Sanità. L'assessorato alla Salute gli risponde tramite Livesicilia. Nella risposta si adombrano altre questioni e ci è sembrato giusto - sempre ringraziando l'assessore Russo per la sua cortesia - dire brevemente la nostra.


massimo russo, salute, Cronaca
Approfondiremo la questione con l’attenzione che siamo soliti dedicare a tutte le civili proteste dei cittadini siciliani. Tuttavia sarebbe opportuno sapere chi (e magari perché) ha dato al signor Armando questa risposta – evidentemente non corretta - considerato che nella provincia di Palermo il Policlinico Universitario non è certamente l’unica struttura in grado di effettuare interventi di tonsillectomia. Sarebbe anche opportuno sapere se il cittadino in questione ha contattato il proprio medico di famiglia che ha il dovere di guidare il paziente nell’accesso alle cure ospedaliere. All’ospedale Villa Sofia di Palermo, ad esempio, l’intervento viene effettuato, di media, entro 20 giorni o un mese al massimo nei periodi di maggiore afflusso. All’Ospedale Civico di Palermo effettuano interventi chirurgici di otorinolaringoiatria con specificità oncologiche e con tempi di attesa ridotti.

All’ospedale di Termini Imerese, che fa capo all’Asp di Palermo, il tempo di attesa oscilla tra i 30 e i 45 giorni al massimo. Altre strutture private, convenzionate con il sistema sanitario regionale, erogano questa prestazione in tempi più che ragionevoli. Ecco perché chiediamo agli utenti, in caso di disservizi, di comunicarci i loro disagi in modo circostanziato consentendoci puntuali verifiche. Il signor Armando, se vorrà, anche attraverso la redazione di Live Sicilia potrà approfondire i contenuti della sua denuncia. Sappiamo benissimo che ci sono tante cose da migliorare, stiamo lavorando perché ciò accada e siamo pronti a farci carico delle giuste lamentele e ad accettare le critiche costruttive: ma se ogni giorno dobbiamo fronteggiare notizie false o imprecise, quelle non verificate, i “si dice” e le insinuazioni il nostro lavoro diventa, evidentemente, ancora più difficile.

Per questo motivo, agli organi di stampa, che hanno un compito di grande responsabilità nella gestione dell’informazione e del rapporto tra istituzioni e cittadini, chiediamo cortesemente un supplemento di attenzione: bisogna evitare – come accade quasi giornalmente anche sul vostro quotidiano on line – che anche quando non ce n’è proprio motivo, trovino spazio certi commenti anonimi inutilmente polemici ma soprattutto disinformati.

Guido Monastra
ufficio stampa assessorato regionale della Salute


LA NOSTRA REPLICA
Fornire delucidazioni esaustive alle tante domande sulla Sanità è proprio compito dell'assessorato. Noi raccontiamo i fatti, li analizziamo e diamo il risalto che crediamo opportuno alle questioni poste dai lettori.  Cordiali saluti  (rp).