Live Sicilia

mafia

Oltre due milioni confiscati
alla sorella del boss Vitale


Articolo letto 1.226 volte

VOTA
0/5
0 voti

confisca, mafia, vitale, Cronaca
La sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, dopo le indagini della Guardia di Finanza, ha disposto la confisca di immobili, terreni, automezzi e disponibilità finanziarie, per circa 2 milioni e trecentomila euro, intestati o riconducibili ad Antonina Vitale, 48 anni, sorella del capomafia di Partinico Vito Vitale, detto ''Fardazza'', condannata a 7 anni di carcere per associazione mafiosa.

La donna, nel novembre 2004, era stata arrestata nell'ambito di un'operazione, condotta dal Gico della Guardia di finanza e dai carabinieri, per mafia. Antonina Vitale avrebbe curato gli affari della famiglia mafiosa di Partinico, in assenza del fratello detenuto, e ha partecipato anche a riunioni di mafia.