Live Sicilia

Malasanità?

Muore dopo il cesareo,
la commissione apre un'inchiesta


VOTA
0/5
0 voti

leonforte, parto cesareo, puerpera morta, Cronaca, Enna, Palermo
"Il caso della puerpera morta nell'ospedale Ingrassia di Palermo merita una verifica approfondita sulle cause che hanno condotto a quel decesso". Lo dice il senatore Pd Ignazio Marino, presidente della Commissione sull'efficacia e l'efficienza del servizio sanitario nazionale istituita a Palazzo Madama.

Si tratta del caso di Gabriella Messina, 34 anni, casalinga di Leonforte (Enna) che aveva già avuto due figli. Il terzo è nato dopo un parto cesareo anticipato rispetto a quanto concordato con i sanitari dell'ospedale Ferro Capra della cittadina ennese. Durante l'operazione ci sarebbero state delle complicazioni e alla donna è stata somministrata un'anestesia totale. Poi sarebbe stata trasportata con un'ambulanza - e non con l'elisoccorso, Leonforte è sfornita - all'ospedale Ingrassia di Palermo dove è morta.

"Credo che la Commissione che presiedo - ha concluso Marino -  già impegnata in un'inchiesta sui punti nascita italiani, possa, coordinandosi con la Commissione sugli errori sanitari guidata dall'onorevole Leoluca Orlando, svolgere un lavoro utile. Per questo avvierò, attraverso i Nas della Commissione,
una istruttoria sulla vicenda che sottoporrò in settimana al prossimo ufficio di presidenza".