Live Sicilia

il nuovo movimento politico

Lombardo si smarca dai big:
"Non saremo camerieri di Pd o del Pdl"



lombardo, nuovo movimento, pd, pdl, Politica
"C'é un federalismo che ancora non sappiamo quanto ci costerà. I ministri siciliani e i parlamentari meridionali, magari più numerosi dei leghisti, forse non si accorgono di quello che sta succedendo. Possibile che non ci si organizzi politicamente per difenderci dalle gravi difficoltà che ci si vengono a creare? Ecco perché è necessario un nuovo movimento che non sia cameriere del Pdl o del Pd e che serva davvero ai siciliani e ai meridionali". Lo scrive nel suo blog il governatore della Sicilia,
Raffaele Lombardo.

"Noi vogliamo offrire ai meridionali uno strumento diverso, nuovo e più forte - aggiunge - Perché la Lega riesce ad imporre il federalismo? Perché ha i deputati senza i quali Berlusconi va a casa per cui il governo è costretto a fare in quel modo, piaccia o non piaccia. Il nostro movimento deve evolversi e aprirsi alla società e ai tanti che vogliono fare politica. Invece oggi sembra chiuso ed arroccato attorno alle posizioni di privilegio di quelli che ci sono".

Lombardo sottolinea che "esiste un nucleo forte da cui partire e che nessuno vuole mettere in discussione purché alcuni rivedano il loro modo di essere e di agire: apertura, generosità, disinteresse".

"La politica si fa perché ci si crede e perché ci si sacrifica per gli altri. Se non fosse così - conclude - con tutto il rispetto, un mestiere per vivere dignitosamente molti politici se lo sarebbero potuto costruire. Regole essenziali e punti programmatici fondamentali".