Live Sicilia

palermo

Agostino Geraci è il nuovo direttore
del Pronto Soccorso del Civico


Articolo letto 4.851 volte

VOTA
0/5
0 voti

agostino geraci, ospedale civico, pronto soccorso, Cronaca
Agostino Geraci è il nuovo responsabile organizzativo-gestionale del Pronto Soccorso dell’Ospedale Civico. E’ stato nominato dal commissario straordinario, Carmelo Pullara, e prenderà servizio dal 21 marzo. Palermitano, 43 anni, proviene dall’Azienda ospedaliera Universitaria Policlinico di Catania dove ha lavorato come dirigente medico di Medicina e Chirurgia d’accettazione e di urgenza.

Il dottore Geraci prende il posto di Vito Sparacino, nominato responsabile temporaneo del pronto Soccorso dopo le dimissioni del primario, Michelangelo Pecorella. L’incarico di tre anni di Geraci nasce dall’esigenza di un medico con “specifica professionalità ed elevata competenza organizzativo-gestionale, nel settore dell’area di Emergenza nelle sue diverse articolazioni: pronto Soccorso, osservazione breve, reparto di degenza per avviare quei processi che porteranno, nel più breve tempo possibile, ad un nuovo modello organizzativo dell’intera unità operativa complessa di Medicina e Chirurgia d’accettazione e di urgenza del Civico.

Secondo il commissario straordinario “la nomina del nuovo responsabile del Pronto Soccorso è un altro passo in avanti nel miglioramento del Pronto soccorso che si va ad aggiungere alle altre soluzioni di tipo strutturale e alberghiere già individuate e intraprese”. Intanto al Pronto Soccorso del Civico arriveranno nei prossimi giorni kit mono-uso con coperte termiche, lenzuola e cuscini, così come era previsto, per accelerare il ricambio della biancheria e di conseguenza garantire maggiore igiene e confort.

Un’altra novità riguarda l’Area d’Emergenza dell’Ospedale dei Bambini, diretta da Fortunata Fucà: è stato installato un monitor con i tempi d’attesa dei codici assegnati al triage; consente di chiamare i piccoli pazienti in attesa di essere visitati attraverso un numero e non per nome, garantendo così un maggiore rispetto della privacy.