Live Sicilia

Da che parte stiamo

Con i cittadini di Lampedusa



cittadini, lampedusa, lombardo, micciché, Politica
(rp) Noi stiamo dalla parte dei cittadini di Lampedusa. Comprendiamo la loro rabbia. Anche un deserto può diventare un inferno, se viene superata la capienza. Anche un oceano può risultare stretto con una goccia di troppo. E non è il razzismo che anima l'amarezza di queste ore. E' lo sconforto di un'invasione subita. E' la mancanza di respiro. E' il senso di soffocamento a esacerbare gli animi. Non è lecito chiedere alla generosità uno sforzo che comprenda l'annullamento. Bontà e masochismo viaggiano su due binari diversi. Di mezzo c'è lo spazio che divide la virtù dalla patologia.

Noi non stiamo con mestatori nel torbido. Non stiamo con gli estremisti che stanno approfittando di un'occasione insperata per rivendicare una fetta di intolleranza xenofoba. Non stiamo con chi ha pronunciato frasi, secondo noi, inopportune. Non stiamo con un governo nazionale che si è dimostrato reticente rispetto ai problemi della Sicilia. Si sono mossi un attimo prima dell'irreparabile. E speriamo che l'ora della sobrietà e della prudenza sia ancora in tempo, con i suoi rintocchi, per evitare ulteriori sofferenze.

Noi stiamo con quelli che cercano una soluzione concreta. Con coloro che hanno voglia di rimboccarsi le maniche per risolvere il problema. Non è il momento di parole incaute.