Live Sicilia

TURISMO

Gli albergatori di Lampedusa "delusi" dal governo


VOTA
0/5
0 voti

governo, immigrazione, lampedusa, Agrigento, Le brevi
"Abbiamo deciso di redigere un documento in cui si esprime grande delusione sui provvedimenti assunti dal Governo che risultano insufficienti a dare un'importante spinta all'economia isolana se non supportati da una serie di misure efficaci". Lo dice Antonio Martello, Presidente del Consorzio Albergatori Progetto Isole Pelagie. Il documento è stato presentato al Sindaco delle Pelagie ed in sintesi riporta sei interventi prioritari ed urgenti in favore delle imprese locali al fine di evitare il fallimento e contrastare la crisi in atto, oltre alla richiesta di formalizzare in tempi brevi un incontro con i vertici istituzionali.

"Ci siamo prefissati un obiettivo non solo economico, cioé il rilancio del turismo a Lampedusa, ma anche sociale, cioé consentire a tutte le imprese locali di superare un periodo così difficile con interventi efficienti - dice Rosangela Mannino Presidente dell'Associazione Commercianti Isole Pelagie - Se non riceveremo risposte chiare dal Governo consegneremo tutte le licenze commerciali poiché non esistono più le condizioni per poter lavorare". Ilampedusani reclamano un importante impegno da parte del Governo mai messo in campo per Lampedusa, ma indispensabile per rilanciare la destinazione sia a livello turistico che imprenditoriale.

"E proprio in questa ottica - dice Lino Maraventano Vice Presidente del Consorzio Albergatori - che il Governo deve intervenire, oggi più che mai, per salvare un intero settore economico. Lampedusa non è e non deve essere solo la terra promessa di chi affronta i viaggi della speranza, ma deve tornare ad essere la perla del Mediterraneo".