Live Sicilia

La memoria di Peppino Impastato

La storia dei veri eroi dell'antimafia


Peppino Impastato fu ucciso nella notte tra l'otto e il nove maggio. Noi non c'eravamo, ma ricordiamo i funerali di sua madre, Felicia. Una bara seguita da forestieri. C'era Umberto Santino. C'era Luigi Lo Cascio. Non c'era il paese.  Al passaggio del feretro, finestre e porte che si chiudevano, come in un brutto film siciliano. C'è una Sicilia che non sopporta l'antimafia vera.

VOTA
0/5
0 voti

antimafia, felicia bartolotta impastato, peppino impastato, Cronaca, Palermo
Peppino Impastato fu ucciso nella notte tra l'otto e il nove maggio. Noi non c'eravamo, ma ricordiamo i funerali di sua madre, Felicia. Una bara seguita da forestieri. C'era Umberto Santino. C'era Luigi Lo Cascio. Non c'era il paese.  Al passaggio del feretro, finestre e porte che si chiudevano, come in un brutto film siciliano. C'è una Sicilia che non sopporta l'antimafia vera. Le sbarra la strada per interesse o per sub-cultura. C'è un'altra Sicilia che ha talmente bisogno di antimafia, nella sua versione scenografica, da cercarla pure dove non c'è. Noi oggi ricordiamo Peppino e Felicia, veri e normalissimi eroi di una difficile battaglia quotidiana.