Live Sicilia

La situazione di ospedali e assistenza

La Sanità, i disagi e noi



ospedali, russo, sanità, Cronaca
(rp) Ieri, dall'assessorato alla Salute è stata espressa grande soddisfazione per il piano di rientro lodato dal ministro Fazio. Oggi "Repubblica" presenta un'inchiesta a tutta pagina. Il titolo: "Ospedali, farmaci, anziani: Sicilia bocciata". Occhiello: "Fanalino di coda nelle pagelle del 2009. L'assessorato: "'Miglioriamo'". L'incipit: "Il ministero della Salute boccia la Sicilia nell'applicazione dei livelli essenziali di assistenza". La Sanità Siciliana è un fantasma dall'incerta denominazione. Secondo l'assessore Russo e i suoi sostenitori va bene e andrà meglio. E chi non è d'accordo sarà eventualmente amico di Cuffaro, un tempo amico di tutti, oggi di nessuno. Secondo altri è uno schifo. Noi pensiamo che sia un mondo ancora in crisi, con luci e ombre. E pensiamo che, col piano di rientro, si siano operati anche dei tagli a servizi importanti. E' un'opinione che ci viene dall'ascolto degli operatori della Sanità. Tutti cuffariani travestiti?

Certo, la battaglia sul piano ideologico giova. E' utile radicalizzare il concetto. E' semplice rappresentare una situazione in cui chi è con noi si dimostra comunque onesto. Mentre gli altri sono sicari prezzolati di un vecchio castello di privilegi. Ma siamo sicuri che il tanto vituperato meccanismo del potere e del consenso sia cambiato in Sicilia? O stiamo assistendo soltanto a un mutamento di rotta, con relativo spoil system? Dubbi e domande legittimi per chi fa il nostro mestiere. Dubbi e domande che continueremo a porre, con lo sconforto di fatti di cronaca che dipingono una realtà più complessa del suo racconto superficiale della sua propaganda. E non ci stiamo risvegliando dal coma vegetativo: espressione discutibile quando un responsabile dell'amministrazione pubblica si rivolge a un cittadino. Più risibile ancora se si parla di sofferenza e ospedali. Si rischia, inconsapevolmente e in buonafede, di indovinare.