Live Sicilia

il presidente di confindustria lo bello

"La colpa del divario tra Nord e Sud?
E' delle classi dirigenti meridionali"



150 anni d'italia, confindustria, ivan lo bello, sicilia, Economia
"Sono le classi dirigenti meridionali ad avere la maggiore responsabilità della spaccatura economica e sociale del Paese". Lo ha detto il leader di Confindustria in Sicilia,
Ivan Lo Bello, a margine dell'incontro sui 150 anni dell'Unità d'Italia organizzato alla Camera di Commercio di Palermo.

"E' inutile dare la colpa ai governi nazionali - ha aggiunto - la responsabilità di questi divari è della classe dirigente meridionale, coinvolta a livello politico e imprenditoriale". Per Lo Bello "c'è ancora un pezzo di imprese che ha nostalgia del passato e dell'assistenzialismo, ma così non si va avanti, non ci sono più soldi, l'unica scelta che la Sicilia deve fare è puntare al mercato. Tutta l'Italia oggi è divisa sotto il profilo economico e sociale - ha concluso - ma il sentimento nazionale è forte nel Paese, lo hanno dimostrato le grandi folle che hanno accolto Napolitano nel tour per i 150 anni dell'Unità d'Italia".