Live Sicilia

Su "S" Trapani

Norino Fratello, in politica
dopo la condanna per mafia


VOTA
0/5
0 voti

, S, Trapani
Cinque anni fa, poco dopo la fine del suo mandato da deputato all'Ars, ha accettato una condanna a 18 mesi per concorso esterno in associazione mafiosa e turbativa d’asta in concorso. E adesso è tornato in campo. Allo strano caso dell'ex parlamentare regionale Norino Fratello “S”, il magazine che guarda dentro la cronaca, dedica un articolo di Giacomo Di Girolamo nella sua edizione trapanese, in edicola da sabato 21 maggio: dalla condanna a oggi, cosa è cambiato per lui e perché è ritornato nell'agone politico.

Dopo la condanna, l'anno scorso è arrivata la riabilitazione. Proprio quello che aveva chiesto ai pm Massimo Russo e Roberto Piscitello prima di patteggiare: “Se patteggio posso ricandidarmi?”. Del ritorno in politica dopo la condanna, però, Fratello non vuole parlare: “Non interessa alle persone”. Ma agli amici ha confidato: “Non avevo la forza psicologica di stare 10–15 anni massacrato dalla magistratura per poi essere assolto, per questo ho patteggiato”.