Live Sicilia

Il caso

La villetta della moglie di Lombardo:
i sigilli non vanno rimossi


VOTA
0/5
0 voti

raffaelo lombardo, villa, Politica
I sigilli della villa di Ispica della moglie del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, non vanno rimossi. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha rigettato il ricorso presentato attraverso l’avvocato Salvatore Poidomani del Foro di Modica .

La magistratura inquirente modicana in ottobre aveva disposto il sequestro dell’immobile ipotizzando un abuso edilizio. La difesa sostiene che stato eseguito il fedele recupero del piccolo stabile che, secondo la proprietà, sarebbe avvenuto dopo un iter amministrativo durato quasi quindici anni, a seguito del quale sarebbero stati ottenuti ben dieci provvedimenti autorizzativi e nulla osta da tutte le pubbliche amministrazioni interessate.