Live Sicilia

l'ex vicepresidente accusato per mafia

Chiesta l'archiviazione
per Michele Cimino



forza del sud, mafia, michele cimino, richiesta archiviazione, Cronaca, Politica
La Procura di Palermo ha chiesto l'archiviazione dell'inchiesta aperta nei confronti dell'ex vicepresidente della Regione siciliana
Michele Cimino, di Forza del Sud, indagato per concorso nell'associazione mafiosa. Analoga richiesta è stata sollecitata per il padre dell'esponente politico, Gioacchino Cimino, e per il segretario, Giovanni Galizia. Le richieste dovranno passare al vaglio del Gip. Cimino aveva ricevuto un avviso di garanzia nell'ambito dell'inchiesta 'Family' della Dda di Palermo che nel settembre scorso sfocio' nell'arresto del sindaco di Castrofilippo e di altre quattro persone.

Secondo alcuni pentiti, avrebbe ricevuto voti da cosche di Porto Empedocle, ma l'ipotesi non ha trovato riscontri. I suoi legali, gli avvocati Nino Caleca e Grazia Volo, hanno sottolineato che l'ex assessore non ha avuto alcun contatto con i mafiosi, così come avevano detto gli stessi pentiti. I collaboranti avevano escluso che vi fosse stato pagamento di denaro in cambio dei voti. Il sostituto procuratore Fernando Asaro, che con il procuratore aggiunto Vittorio Teresi ha chiesto l'archiviazione, ha escluso la configurabilità del concorso esterno, dato che non vi sarebbero elementi da cui desumere che egli avesse assunto impegni seri e concreti in favore delle cosche e che poi avesse mantenuto gli impegni.

Immediato il commento di Pippo Fallica, coordinatore regionale di Forza del Sud: “La notizia non ci sorprende affatto, siamo sempre stati convinti della linearità dei comportamenti di Michele. Abbiamo sempre avuto fiducia in lui, così come nella magistratura che soprattutto in Sicilia svolge un compito assai arduo e delicato nel contrastare la criminalità organizzata, pertanto l’epilogo di questa brutta disavventura non poteva che essere questo”.

“L’impegno e la moralità che caratterizzano l’azione politica e amministrativa di Michele – aggiunge Fallica – sono a tutti note, oggi emergono ancora di più nella loro limpidezza”.