Live Sicilia

L'arresto durante la riunione

Il verbale delle manette in diretta



civello, manette, sanità, speciale sanità, Cronaca
Nel verbale della gara centralizzata da 60 milioni di euro per la nuova sanità siciliana, viene derubricato ad un “improvviso allontanamento per motivi personali”, in realtà,
il professor Ignazio Massimo Civello (nella foto), uno dei componenti della commissione tecnica che doveva valutare le offerte, è stato arrestato con le buste in mano accusato di concussione, truffa e falso per finti interventi chirurgici a Ragusa. Per lui si era mobilitato il comandante dei Nas per l'Italia meridionale: il colonnello Ernesto Di Gregorio. Livesicilia ricostruisce i fatti partendo dal verbale ufficiale pubblicato sul sito dell'azienda capofila per la gara centralizzata. Ecco la cronaca di un arresto “in diretta”.

13 gennaio 2011 alle 10 si riunisce la commissione tecnica nominata dal direttore generale dell'azienda ospedaliera Garibaldi, Angelo Pellicanò, uno dei super manager nominati dalla Giunta Russo-Lombardo. La commissione deve occuparsi della “valutazione della documentazione tecnica prodotta dalle ditte concorrenti della gara centralizzata”. La partita si gioca a Catania presso la sede dell'azienda capofila, in ballo ci sono i sessanta milioni di euro di appalti per la sanità dell'intera Sicilia orientale. La commissione è composta da: dott. Salvatore Torrisi, Direttore del Settore Provveditorato ed Economato dell’Azienda Ospedaliera Garibaldi; dott. Carmelo Mignosa, Direttore dell’U.O.C di Cardiochirurgia AOU Policlinico-OVE ; prof Matteo Cannizzaro, Direttore UOC di Endocrinochirurgica A.O. Policlinico di Catania; rag, Stefano Amato, funzionario dell'assessorato della Salute e dal prof. Ignazio Maria Civello, Direttore dell'U.O.C. Di chirurgia generale dell'Asp 7 di Ragusa.

Tutto procede secondo cronoprogramma, vengono riepilogati i parametri di valutazione, si elencano leggi e regolamenti ai quali attenersi. Inizia la lettura “degli articoli attinenti gli aspetti principali di gara nel suo complesso”, vengono definite “concrete modalità di lavoro della Commissione atte a consentire una migliore analisi della documentazione tecnica presentata dalle ditte concorrenti”. Sino ad arrivare alla “apertura dei plichi contenenti la documentazione tecnica con relativa numerazione e sigla...”.

All'improvviso irrompono i Nas e arrestano Civello, secondo le accuse frutto di due anni di indagini ed intercettazioni, avrebbe asportato organi “sani” ad alcuni pazienti come una ovaia ad una giovane donna e l'unico rene funzionante ad una paziente. Sarebbero stati asportati, per tumori inesistenti, due stomaci. Si legge nel verbale di gara: “Alle ore 11,15 il prof Civello per motivi personali si è trovato costretto ad allontanarsi immediatamente e, pertanto, allo stesso orario vengono sospesi i lavori e dichiarata chiusa la seduta , stabilendo di riconvocare la prossima riunione collegiale a data da destinarsi”.