Live Sicilia

Berlusconi e Lombardo in bilico

Ma rischiano qualcosa?



berlusconi, elezioni, Politica
Qui tranquilli, almeno per ora. Così vicini e così lontani. Uno spettro elettorale si aggira dalla Lombardia alla Sicilia. E nell'epicentro di una mutazione possibile ci sono Silvio e Raffaele. Ha ragione chi dice che le urne di Milano saranno decisive in Sicilia più della tornata di amministrative locale che Livesicilia seguirà con una diretta video, passo dopo passo. La pietra angolare di ogni nuovo sistema di potere è la caduta di Silvio Berlusconi. Solo dopo questo evento eccezionale, atteso da molti e più volte rimandato, si potranno organizzare nuove consorterie. Ecco perché il duello Moratti-Pisapia avrà una valenza pure per Raffaele Lombardo e la sua voglia miracolistica di un nuovo mutuato dal vecchio. La presa di Milano con la breccia di Pisapia (titolo che mezzo mondo ha copiato da Livesicilia: quando ci vuole ci vuole) sarebbe simbolicamente e concretamente il primo robusto sasso di una valanga destinata a franare su un ormai vetusto regime di governo.

Tuttavia, pure le minute amministrative siciliane, nel frastagliarsi di alleanze ondivaghe, conteranno qualcosa. Sarà importante, per esempio, annotare la tenuta del Pd. A prescindere dal dato locale, c'è sempre un fatto politico che orienta le preferenze. In prospettiva, i risultati daranno anche una valutazione elettorale della strada scelta dai democratici: il sostegno riformista a Lombardo. Siamo nel guado di un probabile passaggio dall'esperienza tecnica al governo politico. I numeri saranno una frustata o un balsamo da cui si ripartirà.
Oltretutto Silvio e Raffaele si somigliano più di quanto potrebbero ammettere. Con stili e sistemi diversi, sono entrambi illusionisti del consenso, capaci di abbondare in immagine, nonostante lo scarno paniere di risultati. Cadranno o risorgeranno insieme, ognuno solo col suo cammino?