Live Sicilia

Lombardo sul suo blog

"Entro giugno la costituente
del nuovo movimento politico"

Mercoledì 01 Giugno 2011 - 21:39
Articolo letto 490 volte

Condividi questo articolo

Il 25 e 26 giugno saranno giorni fondamentali per lanciare la nostra fase costituente e farla approdare in un partito veramente autonomo dagli schieramenti, che intende radicarsi anche nel resto del sud e tra i meridionali''. Lo scrive, sul proprio blog, il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.

''In Sicilia e in Italia - aggiunge - non si capisce mai chi vince e chi perde le elezioni. Le dichiarazioni trionfalistiche si sprecano. Io faccio una considerazione a mente serena: sei deputati regionali daranno vita ad un gruppo, Alleanza per la Sicilia, che vuole diventare movimento politico e che collabora con il governo; se a questi sommiamo gli 8 dell'Udc, i 12 del Mpa ed i 4 di Fli, arriviamo al 33 per cento dei seggi dell'Ars. Se questo 33 per cento intende organizzarsi elettoralmente e politicamente credo possa essere fondamentale e centrale nella vita politica, ma anche nelle prospettive elettorali. In tal senso dobbiamo lavorare e in tal senso intendo muovermi, operare''.

''Può darsi - spiega - che il Terzo polo abbia bisogno della scintilla delle elezioni politiche per coagulare. Ma non c'è dubbio che questa alleanza che, come me, contesta la validità dell'attuale schema bipolare, debba andare avanti''.

''Sul territorio, al di là delle polemiche e dei trionfalismi, il Mpa registra significativi risultati a cominciare da realtà come quella di Ragusa - prosegue, sul proprio blog, il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo - dove dobbiamo riconoscere che qualcosa non ha funzionato, ma dove siamo passati dall'1,7 per cento a circa il 12. Oppure a Vittoria, dove ci siamo ritrovati con Aiello: tradizioni diverse unite all'insegna dell'autonomia e del valore del territorio''.

''Anche nel messinese i risultati ci stati, sono nonostante la fase riorganizzativa in cui ci troviamo, legata alla necessità di darci una dirigenza stabile, definitiva e aperta a tutte le novità che si sono avvicinate a noi nelle ultime settimane e negli ultimi giorni - conclude -. Questo è il quadro ed è il segno di una forte presenza, quattro volte più forte di quella registrata cinque anni fa, se facciamo un confronto con le precedenti elezioni''.



ULTIMI COMMENTI

Segnala il commento