Live Sicilia

Confermato dg Vincenzo Paradiso

Nuovi vertici a Sviluppo Italia Sicilia
Ecco l'ambasciatore Umberto Vattani


Articolo letto 3.116 volte


presidente, sviluppo italia sicilia, umberto vattani, Politica
Nuovo presidente a Sviluppo Italia Sicilia. Si tratta di Umberto Vattani, diplomatico italiano di grande esperienza e dal curriculum assai prestigioso. Oggi Vattani è anche presidente dell'Istituto italiano per il commercio estero. Un ruolo che sembra ritagliato per lui, nato a Skopje 72 anni fa, e vissuto in Francia, Inghilterra, Germania e negli Stati Uniti.

Oltre che in Italia, ovviamente, dove ha ricoperto cariche molto importanti come quella di Capo segreteria del Presidente del Consiglio dei Ministri Arnaldo Forlani, e in seguito Ministro plenipotenziario all’Ambasciata italiana a Londra, Consigliere diplomatico dei presidenti del Consiglio  De Mita,  Andreotti e  Amato. Nominato nel 1992 ambasciatore a Berlino, dove rimase per cinque anni, tornò in Italia nel 1996, per svolgere le funzioni di Capo di gabinetto del Ministro degli Esteri Dini.

Dal governo Prodi (nel 1997) è nominato Segretario Generale, l’incarico più importante per un diplomatico alla Farnesina, carica che gli verrà “riaffidata” tra il 2004 e il 2005. La nomina di Vattani è stata accolta con piacere dal presidente della Regione Raffaele Lombardo, presente alla riunione che ha sancito questa scelta. Nel Cda della partecipata regionale rimangono Cleo Li Calzi e Francesco Tuzzolino. Confermato nel ruolo di dirigente generale Vincenzo Paradiso (nella foto).

La società Sviluppo Italia Sicilia, anche alla luce del riordino delle partecipate deciso dall'assessore all'economia Gaetano Armao, è interamente della Regione. Ed è una delle poche “in salute”: nel 2011 riceverà commesse regionali per circa sette milioni di euro. La spa, infatti, agisce come una società “in house” della Regione. Con i suoi 84 dipendenti, finora ha fornito un sostegno, ad esempio, al dipartimento bilancio e a quello della programmazione nel settore degli incentivi all'occupazione e agli investimenti.