Live Sicilia

Trapani. Due arresti

Lo legano e volevano bruciarlo
La vittima urla e si salva


Articolo letto 1.292 volte

VOTA
1/5
1 voto

Cronaca, trapani, Cronaca, Trapani
Due giovani, Jonatan Claudio Caltagirone, 21 anni, e Alessio Minaudo, 24, sono stati fermati dalla polizia, a Trapani. I due sono accusati di avere sequestrato e tentato di bruciare l'ex fidanzato di una loro familiare, con il quale da tempo erano in contrasto. Sia Caltagirone che Minaudo sono indagati in concorso per sequestro di persona e tentato omicidio. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, mercoledì notte i due hanno costretto la vittima a salire sulla propria auto e l'hanno portata in contrada Salinagrande dove, minacciandola con un coltello, l'hanno legata mani e piedi, cospargendola di benzina.

Le grida del giovane sono state udite da un abitante della zona, che ha messo in fuga i due sparando un colpo in aria con un fucile da lui detenuto legalmente in casa. L'uomo ha poi avvertito la polizia, che è risalita a Caltagirone e Minaudo. Gli investigatori hanno accertato che l'episodio s'inserisce in un quadro di liti e ritorsioni tra la vittima e il nucleo familiare della ex fidanzata. Al giovane, alcuni giorni prima, era già stata bruciata l'auto, mentre la sera stessa del tentato omicidio era sfuggito a un'altra aggressione.