Live Sicilia

PALERMO

Mobilità, lotta allo smog e auto elettriche
Al via investimenti per 15 milioni



ambiente, auto elettriche, comune palermo, pergolizzi, smog, Palermo, Politica
Palermo cambia volto e lo fa puntando sulla mobilità sostenibile e la lotta all’inquinamento atmosferico. L’approvazione in consiglio comunale dei Pod (Piani operativi di dettaglio) finanziati al 70% dal ministero per l’Ambiente permetteranno di spendere 15,5 milioni di euro destinati a far diminuire lo smog in città e migliorare il trasporto pubblico, all’insegna delle energie rinnovabili e dei carburanti meno inquinanti.

Verrà così realizzata una stazione in metano in viale Francia (oltre al potenziamento di quella dell’Amat in via Roccazzo), grazie al cofinanziamento con Amg e saranno acquistati 19 autobus a metano, in cofinanziamento con l’Amat, per un totale, per queste due misure, di circa 4,3 milioni di euro. In più i fondi verranno investiti per la videosorveglianza delle Ztl (zone a traffico limitato) in collaborazione con l’Amg e per il potenziamento del car sharing (attualmente finanziato grazie al fondo Car sharing Italia) e del bike sharing, sia a pedale che elettrico, con la creazione di 20 cicloposteggi con gestione telematica, 40 stalli per le auto del car sharing e 10 pensiline fotovoltaiche, grazie alle quali potranno rifornirsi di energia elettrica sia le auto private che quelle del servizio di car sharing.

“Chi dice che sui temi della mobilità il comune sia fermo al palo non conosce i fatti – dice l’assessore comunale all’Ambiente Michele Pergolizzi – questi fondi erano nelle nostre casse già da fine 2010 ma rischiavamo di doverli restituire. Queste iniziative si sposano con il Put, il piano urbano del traffico, che è all’esame di quattro commissioni consiliari: due hanno già dato parere positivo, aspettiamo gli ultimi passaggi per l’approvazione in consiglio comunale. Vogliamo che i palermitani usino maggiormente i mezzi pubblici lasciando le auto private a casa, o quantomeno che utilizzino vetture elettriche o a metano, mandando in soffitta quelle con motore a scoppio o a gasolio, fossero anche euro 4 o euro 5”.

Inoltre, verranno acquistati mezzi e macchine operatrici a bassa emissione che verranno messe a disposizione degli uffici comunali. “Grazie al Prp, inoltre – continua Pergolizzi – il traffico merci verrà spostato dal porto di Palermo a quello di Termini Imerese, consentendo di decongestionare la circonvallazione a mare. Stiamo lavorando per rendere la città, e la qualità dell’aria, più a misura d’uomo. Voglio ringraziare gli uffici e l’amministrazione che hanno svolto un ottimo lavoro”.

I Pod adesso dovranno essere approvati in giunta, prima di un passaggio a Sala delle Lapidi. L’assessore assicura che per la prossima primavera saranno tutti, o quasi, completati. “Prima che si insedi il nuovo sindaco – dice Pergolizzi – faremo questo bel regalo alla città. Per l’approvazione PAin giunta ci vorranno una decina di giorni, abbiamo già chiuso le convenzioni con le società partecipate e il Coime, superando anche l’impasse dovuto al mancato via libera a un emendamento del mio predecessore, che aveva creato qualche incomprensione politica. Adesso tutto è stato risolto, avvieremo presto i bandi di gara”.