Live Sicilia

I sindacati: "Grave chiusura"

Formazione e finanziamenti:
arriva il no di Centorrino


Articolo letto 941 volte


formazione, mario centorrino, nuovi fondi, speciale formazione, Cronaca, Palermo
L'ipotesi di un ulteriore finanziamento al 'Prof 2011' finalizzata a garantire l'eventuale pagamento per gli enti di formazione qualora il Piano di formazione 2012, in corso di elaborazione, subisca un ritardo di avvio superiore a 3 mesi. E' stato uno degli argomenti discussi oggi pomeriggio in commissione bilancio. Alla seduta, in cui è stata valutata la situazione finanziaria generale della formazione professionale in Sicilia, ha partecipato l'assessore regionale per l'Istruzione e la Formazione professionale, Mario Centorrino, che ha rassicurato la commissione sul rispetto dei tempi di elaborazione del Piano da parte dell'Assessorato per la Formazione professionale (inizio marzo 2012), e in considerazione dell'attuale rigorosa politica di bilancio che implica una radicale limitazione delle risorse, ha espresso il suo dissenso rispetto alla proposta presa in considerazione. La riunione è stata aggiornata a domani, per consentir e l'audizione del dirigente generale Ludovico Albert.

L'allarme dei sindacati
Sono "preoccupatissime" Cgil Cisl e Uil per le sorti della formazione professionale regionale. L'assessore competente della Regione, Mario Centorrino, nel pomeriggio di oggi ha comunicato alla commissione Bilancio dell'Ars "intenzione del governo di non destinare alcuna posta delle risorse regionali, per il 2012, alle attività del settore". "In un contesto in cui - sottolineano i sindacati - l'attività non partirà con l'inizio del 2012; tanti lavoratori, nella migliore delle ipotesi, devono percepire ancora sette mensilità di retribuzione. Ed è necessario il finanziamento dell'integrazione al reddito per alcune migliaia in cassa integrazione in deroga". Quella del governo, dichiarano i sindacati, è "una grave posizione di chiusura".