Live Sicilia

Mercato rosanero

Zamparini: "Viviano è nostro"
Rigoni, è braccio di ferro

Martedì 10 Gennaio 2012 - 16:51
Articolo letto 434 volte

SEGUI

Condividi questo articolo

Viviano attende comunicazioni dall’Inter, Capozucca ds del Genoa sostiene che ancora non c’è nessun accordo, e il Palermo, tramite Zamparini, è certo che il portiere alla fine vestirà il rosanero. Un vero e proprio intreccio di mercato d’inizio gennaio che si sbroglierà solo con una mossa, magari quella del Palermo, intenzionato concretamente a prelevare l’estremo difensore, ex Bologna. Sembra la stessa storia di Arevalo Rios, con la frenata proprio al fotofinish dell’affare. Per Zamparini però non esiste alcun problema, il Palermo vuole Viviano sia in prestito che in comproprietà, quindi nessun nodo. Il portiere non rilascia dichiarazioni, chiede l’autorizzazione dell’ufficio stampa (che mai arriverà) e intanto continua ad allenarsi in attesa di tornare a giocare. Inter e Genoa, in realtà, l’accordo lo avrebbero trovato, ma i nerazzurri vorrebbero cedere l’estremo difensore in comproprietà, i rossoblù invece vorrebbero darlo in prestito. Un intoppo che per adesso ha rallentato l’affare. Alla fine, comunque, stando alle nostre indiscrezioni, la trattativa dovrebbe andare in porto anche perchè Viviano vuole a tutti i costi il Palermo che gli permetterebbe di giocare con maggiore continuità.

Altra modalità stand-by per l’affare Rigoni: il Chievo infatti convocherà il centrocampista per la partita di domani di Coppa Italia contro l’Udinese. “Difficile trattare con il Chievo” questa una delle battute del diesse Luca Cattani che per adesso sta seguendo la trattativa. Il collega clivense, sullo scambio Rigoni-Bacinovic si è espresso così: “A noi Bacinovic piace, ma ancora non c'è nulla di definito – dice a stadionews - stiamo trattando come trattiamo altri giocatori. Il mercato è questo, la nostra priorità è quella di giocare la Coppa Italia domani. Tra l'altro Rigoni è stato convocato e giocherà forse da titolare. Non ci sono per adesso delle scadenze”. Bisogna solo attendere o c’è il rischio che la trattativa non vada in porto? Maurizio Zamparini, intanto è a Catania per incontrare una delegazione di autotrasportatori in merito al suo impegno con il movimento. Il patron domani sarà a Palermo e probabilmente chiarirà meglio queste situazioni di mercato piuttosto ingarbugliate. Altro giocatore che piace al Palermo è Totò Aronica: il palermitano vorrebbe tornare nella sua città, ma il Napoli, tramite Mazzarri, non lo vorrebbe lasciare andare ma non vuole allo stesso tempo accontentare le richieste di rinnovo del difensore. Aronica alla fine dovrebbe restare in azzurro, anche perché il suo ingaggio si aggira sul 700 mila euro. Inutile continuare il tormentone Amauri, l’italobrasiliano non verrà a Palermo, ha altri programmi e potrebbe finire alla Roma o alla Fiorentina.

Infine con un comunicato sul proprio sito ufficiale, il Novara comunica il trasferimento del difensore Labrin al Palermo. "La Società Novara Calcio comunica in data odierna il trasferimento del difensore Carlos Alfredo Candia Labrin alla Società US Città di Palermo".

Zamparini: "Viviano? Nessuna frenata"
"Frenata su Viviano? Assolutamente no, conto di chiudere in settimana la trattativa per portarlo in rosanero. Amauri? Lui è un mio grande amore, ho sempre voluto riportarlo a Palermo, ma lui ha altre mire. Maxi Lopez? Pista impraticabile". Questo il pensiero del presidente del Palermo Maurizio Zamparini rilasciato ai giornalisti presenti nel corso della manifestazione contro Equitalia tenutasi oggi a Catania.
Ultima modifica: 10 Gennaio 2012 ore 19:35



Segnala il commento