Live Sicilia

Palermo 2012, Leoluca Orlando

"Non sarò candidato sindaco
Ma non appoggerò Ferrandelli"

Martedì 06 Marzo 2012 - 11:52
Articolo letto 558 volte

Condividi questo articolo

"Non vedrete mai la mia faccia accanto agli assessori di Lombardo far la campagna elettorale per qualcuno che è stato scelto alle primarie con voti di Lombardo, che io ritengo essere un Cuffaro senza cannoli. Non voterò mai un Ferrandelli che sta con il Pd che sostiene ancora Lombardo. Il Pd tolga il sostegno a Lombardo e diventerà un Pd possibile e agibile''. Lo ha detto Leoluca Orlando (Idv), ospite questa mattina di 'Omnibus', su LA7.

''Il tema non riguarda il numero dei voti ma un inquinamento politico. Abbiamo assistito a delle primarie di centrosinistra - ha aggiunto - a cui hanno partecipato parecchie migliaia di elettori di esponenti del centrodestra, e in particolare sostenitori di Lombardo, l'attuale presidente della Regione. E' un'affermazione che non faccio io ma lo stesso Francesco Cascio, che è il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, del Pdl, il quale ha detto che addirittura diecimila elettori del centrodestra su trentamila avrebbero partecipato a queste primarie. E allora il tema di fondo è capire l'inquinamento che c'è stato di queste primarie''.

In studio c'era anche il responsabile Economia del Pd, Stefano Fassina. Che ha fatto notare a Orlando come il sostegno del Partito democratico al governo Lombardo fosse un fatto noto già prima delle primarie. Ma Orlando ha specificato come l'Italia dei valori non abbia schierato un proprio esponente nella corsa di domenica scorsa: "Noi - ha detto l'ex sindaco - non abbiamo espresso nessun candidato. Abbiamo sostenuto lealmente Rita Borsellino". Fassina, d'altro canto, ha detto di non avere "alcun elemento per dire che le primarie sono inquinate. La commissione di garanzia è composta da persone serie, autorevoli".

"Io non sarò candidato a sindaco di Palermo - aggiunge Orlando - Per quanto ci riguarda rimane in pista la contestazione presso i garanti, che non riguarda i dieci voti in più o in meno, riguarda la assoluta inaccettabilità di questo inquinamento, che siamo certi sarà accertato dalla commissione dei garanti". Poi Orlando è andato ancora all'attacco di Ferrandelli: quando gli è stato fatto notare che Ferrandelli era il capogruppo del suo partito, l'ex sindaco ha paragonato il vincitore delle primarie ai transfughi "responsabili". "Tra i nostri - ha detto - ci sono stati anche Razzi e Scilipoti".
Ultima modifica: 06 Marzo 2012 ore 12:23



Segnala il commento