Live Sicilia

PALERMO 2012

Circoscrizioni, aumentano i costi
Da quest'anno otto consiglieri in più

Venerdì 11 Maggio 2012 - 16:48
Articolo letto 1.530 volte

SEGUI

Tra gli effetti della nuova legge elettorale, ci sono anche otto consiglieri di circoscrizione in più a Palermo che portano così il totale degli eletti nei quartieri a 128. Ecco quanto ci costeranno...

Condividi questo articolo

La nuova legge elettorale siciliana, com'è ormai noto, non è certamente perfetta e ha riservato più di una sorpresa. Dal premio di maggioranza dato al ballottaggio senza una soglia minima da raggiungere al computo dei voti del sindaco, che hanno determinato la confusione sulle percentuali e quindi sulla necessità o meno del secondo turno. Tutti tecni che, sebbene siano stati determinanti per l'elezione di questo o di quel sindaco, non hanno avuto un diretto costo reale per i cittadini. Tranne che in un caso. Quello delle circoscrizioni.

I palermitani, infatti, da quest'anno spenderanno 121.289 euro e 28 centesimi in più all'anno per altri otto consiglieri di quartiere che si aggiungono ai 120 già presenti. Sorpresi? Be', fate bene ad esserlo. La norma, approvata dall'Ars nell'aprile dello scorso anno, sancisce infatti il debutto dell'elezione diretta a turno unico del presidente di quartiere ma, allo stesso tempo, stabilisce che i consiglieri rimarranno comunque 15.

I parlamentini di quartiere, quindi, che fino al 2007 eleggevano al proprio interno il presidente, adesso saranno composti da 16 componenti, ovvero i 15 eletti più il presidente. Considerate le otto circoscrizioni, i nuovi otto consiglieri costeranno, solo di gettoni di presenza, 121.289 euro e 28 centesimi in più all'anno che, moltiplicati per la durata della consiliatura, ovvero cinque anni, fanno ben 606.446 euro. Tutto a carico dei contribuenti.

Alla cifra, già alta, bisogna poi aggiungere i rimborsi per la benzina nel caso si risieda in un altro comune e il pagamento degli oneri previdenziali al datore di lavoro per le giornate perse fra consiglio e commissioni. La spesa annuale per i consigli di circoscrizione quindi lieviterà ulteriormente: nel 2010 il comune di Palermo ha speso, solo per i componenti dei parlamentini di quartiere, circa due milioni di euro che adesso sono destinati ad aumentare. Con buona pace della crisi, di un comune senza soldi e dei già tartassati palermitani...
Ultima modifica: 11 Maggio 2012 ore 20:42



Segnala il commento