Live Sicilia

Palermo 2012. La giunta al completo.

Ferrandelli, la svolta in rosa:
"Il mio vicesindaco sarà una donna"

Lunedì 14 Maggio 2012 - 12:48
Articolo letto 743 volte

SEGUI

"Il mio vicesindaco sarà una donna, riteniamo che Palermo abbia bisogno anche di uno sguardo femminile e materno per affrontare le grandi difficoltà di questa città”. E' l'annuncio del candidato sindaco Fabrizio Ferrandelli che ha presentato la seconda parte della sua giunta, nel caso dovesse essere eletto al ballottaggio. Dentro anche Giuseppe Mattina, Giuseppe Valenti, Rita Barbera e Antonella Monastra, oltre i nomi già annunciati.

Condividi questo articolo

"Oggi abbiamo voluto rappresentare all'interno di questa giunta il bisogno di parlare alla società intera indipendentemente dalle logiche partitiche". Lo ha detto Fabrizio Ferrandelli durante la presentazione della seconda parte della squadra di governo nella sede del suo comitato elettorale questa mattina.

Faranno parte della giunta in caso di elezione al ballottaggio Giuseppe Mattina, esperto in azioni e strategie di inclusione sociale e in economia civile; Giuseppe Valenti, medico e specialista in ginecologia, direttore del centro di Day Surgery “Genesi” di Palermo, impegnato in iniziative per gli svantaggiati. Ci saranno anche Rita Barbera, direttore del carcere Ucciardone e Antonella Monastra, confermata al consiglio comunale e fondatrice del movimento sedie volanti.

La giunta al completo sarà composta anche da Sergio Amenta, dottore commercialista e revisore ufficiale dei conti; Ignazio Buttita, docente all'Università degli studi di Palermo, presidente del Folkstudio di Palermo, componente del consiglio direttivo del centro di studi filologici e linguistici siciliani; Tony Costumati, presidente provinciale delle Acli di Palermo; Titty De Simone, ex parlamentare alla camera; Mila Spicola, oggi assente, esponente del Pd ed infine l'urbanista Nicola Giuliano Leone.

“Abbiamo deciso di non definire in maniera netta le deleghe – ha aggiunto Ferrandelli - Vogliamo rivedere e riorganizzare la macchina amministrativa in base alle funzioni da svolgere. Stiamo immaginando anche degli accorpamenti diversi della pubblica amministrazione per renderla efficiente. Noi siamo davvero una squadra, ognuno di noi ha una rete di relazioni che sarà coinvolta nel processo di rilancio della città”.

Ma il vicesindaco sarà una donna: “Riteniamo importante per questa città la politica di genere e riteniamo che Palermo abbia bisogno anche di uno sguardo femminile e materno per affrontare le grandi difficoltà di questa città”.  Per finire fa riferimento alle modifiche di Imu, Tarsu e Serit: “Abbatteremo l'imu e soprattutto toglieremo a Serit la concessione di riscossione dei tributi”.
Ultima modifica: 14 Maggio 2012 ore 17:58



Segnala il commento