Il commento del procuratore di Palermo Antonio Ingroia.