Live Sicilia

Dimissioni eccellenti

Leanza lascia l'Mpa

Mercoledì 06 Giugno 2012 - 17:04
Articolo letto 8.076 volte

SEGUI

Lino Leanza, lo storico numero due del movimento autonomista se ne va, dopo un lungo periodo di malessere all'interno del partito. Aderisce al gruppo misto.

Condividi questo articolo

lino leanza, Mpa, raffaele lombardo, Catania, Politica

Il divorzio è di quelli clamorosi. E sancisce la fine di un percorso lungo sette anni. Lino Leanza, storico numero due del Movimento per le autonomie, si separa da un Raffaele Lombardo sempre più isolato e lascia il partito. Leanza ha maturato nelle ultime settimane la sofferta decisione, al culmine di un travaglio politico che si protrae ormai da un paio d'anni. Un lungo periodo di incomprensioni con l'amico Raffaele Lombardo, che ha visto Leanza sempre più defilato nel movimento del quale in questi anni è stato un pilastro dal punto di vista organizzativo e di raccolta del consenso. Ma negli ultimi tempi Leanza si era più volte lamentato della scarsa collegialità nelle decisioni all'interno del partito, della perdita dello spirito movimentista e autonomista che aveva caratterizzato gli inizi dell'Mpa, del poco coinvolgimento della base.

A dicembre dell'anno scorso, il parlamentare catanese aveva organizzato una manifestazione affollatissima nel capoluogo etneo, proprio per rilanciare lo spirito di partecipazione del movimento. Un'iniziativa che aveva visto una grande partecipazione di amministratori locali, incentrata sul tema del lavoro. Già allora erano circolate voci insistenti su un addio imminente al partito. Leanza era rimasto, limitando però progressivamente le sue uscite pubbliche. Fino al rimpasto e alla nascita di quello che lui stesso ha definito con una battuta “un monocolore vecchio stampo”.

Alla fine, quindi, lo strappo si è consumato. Leanza lascia l'Mpa e per il momento aderirà al gruppo misto. Una sua lettera di dimissioni dal gruppo, dopo che LiveSicilia aveva anticipato la notizia della sua uscita dal partito, è stata letta in Aula dal presidente dell'Ars. Poi deciderà le prossime mosse. Da sempre pontiere tra Lombardo e il centrodestra, legato a un'idea tradizionale di partito, difficilmente Leanza si avvicinerà a liste civiche. Tempo fa si era parlato anche di un suo possibile approdo all'Udc di Pierferdinando Casini. Un gossip che tornerà adesso senz'altro a circolare.

Ultima modifica: 06 Giugno 2012 ore 20:06



Segnala il commento