Live Sicilia

A MONREALE

Pugni a un automobilista
"Ritardavamo al matrimonio"

Venerdì 15 Giugno 2012 - 17:55
Articolo letto 5.824 volte

SEGUI

Erano in ritardo a un matrimonio e un automobilista ha intralciato loro la strada. L'hanno picchiato e mandato all'ospedale. Dieci giorni di prognosi. Per i due (Michele Balsano e Marco Antonio Madonia, nella foto) scattano le manette.


 

Condividi questo articolo

Aggressione monreale, carabinieri monreale, matrimonio, precedenza, Cronaca, Palermo
Erano vestiti di tutto punto, con tanto di fiori all'occhiello della giacca, ma la giornata in cui avrebbero dovuto partecipare a un matrimonio si è conclusa con le manette ai polsi. Protagonisti della vicenda, Michele Balsano di 43 anni e Marco Antonio Madonia, di 29, che in seguito ad una mancata precedenza che non sarebbe stata loro concessa da un altro automobilista, hanno dato vita a una vera e propria aggressione a Monreale. Le due auto si trovavano in via Umberto I, nel centro della cittadina normanna, quando lungo la strada - che è molto stretta e a doppio senso di marcia - si sono incontrate. Secondo la versione di Balsano e Madonia, i due non avrebbero avuto la precedenza e, essendo già in ritardo alla cerimonia, ogni minuto perso non faceva altro che alimentare la loro fretta.


Al punto che la situazione è riuscita a far scaldare gli animi e a sfociare nella violenza. I due sono infatti scesi dall'auto e, nonostante l'abito elegante sono entrati in azione sferrando alcuni pugni nei confronti del 62enne che avrebbe intralciato la propria corsa. Contemporaneamente, gli hanno impedito di difendersi bloccandogli la portiera dell'auto. La violenza di Balsano e Madonia è così stata bloccata soltanto dall'arrivo dei carabinieri, che hanno lanciato l'allarme al 118. L'ambulanza arrivata sul posto ha quindi trasportato la vittima in ospedale, dove sono stati accertati un trauma cranico facciale, la perdita di tre denti e vari escoriazioni. L'uomo è quindi stato dimesso con dieci giorni di prognosi. Per Balsano e Madonia, invece, sono scattati gli arresti domiciliari e l'obbligo di dimora nel comune di Monreale.



Segnala il commento