Live Sicilia

Cammarata sulle mosse di Orlando

"Spoil system? No, pulizia etnica"


Articolo letto 2.860 volte
cammarata, comune palermo, orlando, partecipate, spoil system, Palermo

L'ex sindaco di Palermo attacca le prime mosse di Orlando e ironizza: "Vorrei allora provare ad aiutare Orlando ad individuare i miei amici".


"Al Comune è in atto una sorta di pulizia etnica e questo processo interessa oltre che il personale comunale e gli amministratori delle partecipate anche i teatri cittadini. Vorrei allora provare ad aiutare Orlando ad individuare i miei amici". Lo dice l'ex sindaco di Palermo Diego Cammarata intervenendo sullo spoil system deciso dalla nuova amministrazione comunale.

"Per carità - continua Cammarata - non ci trovo niente di scandaloso. Orlando vuole mettere i suoi amici nei posti chiave dell'amministrazione, una sorta di occupazione politica che viene risciacquata con un termine anglosassone, con ciò ripulita e presentata come 'spoil system' anziché con il termine lottizzazione, probabilmente da Orlando ritenuto meno elegante e marcatamente di centro destra. Niente di nuovo". "Posso aiutare Orlando a vedere chi è a me vicino - prosegue ironicamente Cammarata - Francesco Greco per esempio, non può essere amico mio o a me vicino. Come potrebbe esserlo? Presidente dell'ordine degli avvocati, docente universitario, alla guida di Amg ha raggiunto brillanti risultati aziendali. Come è possibile, dovrebbe pensare Orlando, che possa essere vicino a me?".