Live Sicilia

Erano dodici le postazioni in città

Palermo dice addio
ai cassonetti a "scomparsa"

Martedì 26 Giugno 2012 - 20:39
Articolo letto 1.886 volte

SEGUI

Introdotti fra il 2004 e il 2006 ora stanno per essere eliminati a causa degli alti costi di gestione. E dei palermitani. Che l'immondizia la ponevano accanto e non dentro.

Condividi questo articolo

VOTA
1.7/5
9 voti
amia, cassonetti a scomparsa, dismissione, palermo, Palermo
Sta per essere ultimata la dismissione dei cassonetti a scomparsa in tutta Palermo. Erano dodici le postazioni ed erano state istallate nel 2004 e nel 2006. La decisione è stata necessaria a causa degli elevati costi di manutenzione. Le riparazioni, infatti, sono state continue nel tempo e i cittadini neanche utilizzavano i cassonetti in maniera corretta creando accanto agli stessi delle mini-discariche.

Per riparare i cassonetti a scomparsa doveva essere usato un dispositivo meccanico il cui costo ammonta intorno ai venti mila euro. A seconda della circoscrizione verranno sostituiti o con i cassonetti della differenziata o con quelli tradizionali.

Già dismesse le postazioni di piazza San Francesco di Paola, piazza Sciascia, via Tommaso Aversa, piazza Campolo, via Ugo Falcando, piazza Nascè, piazza Ignazio Florio, piazza Bordonaro, piazza San Marino, via Mazzini. Mancano solo le postazioni di via Di Giorgi, dove i lavori sono già iniziati, via Bernini e viale Francia. Operazioni che stanno comportando altri costi all'Amia: circa mille euro a postazione.
Ultima modifica: 27 Giugno 2012 ore 16:15



Segnala il commento