Live Sicilia

FINALE PLAY-OFF-GARA 2

Telimar, serve un'impresa
per portare la Lazio in gara-3

Martedì 26 Giugno 2012 - 15:06
Articolo letto 757 volte

SEGUI

Gli uomini di Occhione sfideranno domani alle 15 alla piscina Olimpica di Palermo la Lazio che si è aggiudicata gara 1 nonostante l'ottima prova dei siciliani. Un solo risultato utile per i padroni di casa. Il centroboa del Telimar Francesco Paolo Lo Cascio (nella foto) guida l'assalto ai laziali.

Condividi questo articolo

VOTA
5/5
1 voto
francesco paolo lo cascio, gara-2, giliberti, lazio, occhione, olimpica, pallanuoto, play off, salvaggio, telimar, Palermo, Sport
O la va, o la spacca: dopo la sconfitta rimediata al Foro Italico in gara 1, il Telimar del presidente Marcello Giliberti, infatti, è costretto a vincere contro la Lazio in gara 2 per poter sperare in una promozione in serie A1, portando la finale a gara 3. Il return match è in programma domani pomeriggio, ore 15,00, alla piscina Comunale di Palermo e i siciliani possono sperare in un solo risultato.

Nel primo confronto tra laziali e palermitani, infatti, i ragazzi di mister Occhione sono usciti a testa alta e, sebbene sconfitti con il punteggio di 11-9, hanno condotto l’incontro fino a pochi secondi dal termine del terzo tempo. Poi, nell’ultima frazione di gioco, un crollo che poteva anche essere fisiologico, con la Lazio che ha preso il sopravvento, aggiudicandosi la gara, grazie a un’ottima prova di Gianni, autore di ben cinque reti, e di Maddaluno e Nieves, due reti a testa per uno. Proprio il centroboa cubano ex Telimar dovrebbe saltare l’incontro di domani dopo l’espulsione rimediata in gara 1 per eccessiva esultanza dopo una rete messa a segno nel quarto tempo.

Al Telimar non sono bastate le tre reti realizzate da capitan Di Patti, autore di una buona prova, come le ottime prestazioni offerte da Lo Cascio e dal croato Zubcic, due reti a testa per loro. Mister Occhione dovrebbe portare con sé un solo under 17, ovvero Adriano Covello; il tecnico dei siciliani, inoltre, potrà contare anche su Ugo Calabrese, reduce da problemi fisici, su Emanuele Mauti, che non è in perfette condizioni, e su Paulo Salemi, impegnato in questi giorni con gli esami di maturità. Insomma, la squadra dovrebbe ricalcare quella che sabato scorso più volte ha messo in difficoltà una Lazio sulla carta decisamente superiore. L’obiettivo, come detto, è uno solo, ovvero portare la Lazio a gara 3, per poi giocarsi il tutto per tutto nella piscina del Foro Italico. Gara 2 sarà arbitrata dai signori Filippo Gomez e Alberto Rovida.

Mister occhione e il presidente Giliberti sono rimasti molto soddisfatti dalla prova offerta dai loro ragazzi al Foro Italico in gara 1 e tutto quello che chiederanno loro è semplicemente di ripetere una prestazione analoga a quella di sabato scorso, in modo tale da mettere sotto i più quotati avversari. I laziali, infatti, possono contare su un organico di primo livello, costituito per la maggior parte da giocatori che hanno passato una buona parte della loro carriera in serie A1, categoria per la quale la squadra di mister Ciocchetti è senza dubbio stata costruita. Di certo non sarà semplice, ma come ci ha detto il presidente Marcello Giliberti qualche tempo fa in un’intervista esclusiva, “siamo sportivi e finchè c’è da ballare, balliamo fino alla fine”.

Lo stesso presidente ha così presentato l’incontro: “Sono orgoglioso per quanto concretizzato sinora dai miei straordinari ragazzi, anche contro squadre di altra categoria come la Lazio, conto sull’orgoglio di ognuno di loro e sul supporto del pubblico che anche in occasione della infrasettimanale contro il Torino ha colmato le Tribune dell’Olimpica sostenendoci con il consueto entusiasmo, per lottare sino al suono della sirena per far nostra questa gara 2, acquisendo il diritto a volare a Roma per disputare gara 3 al Foro Italico, proseguendo questo fantastico sogno, neanche lontanamente ipotizzabile ad inizio campionato, con una squadra giovane come la nostra formata per 12/14 da giocatori palermitani di età compresa fra i 15 ed i 27 anni, con un grande futuro davanti. Abbiamo sino a questo punto dimostrato di meritare la disputa di queste finalissime, dobbiamo soltanto credere in noi stessi sino alla fine, giocare con la giusta intensità e concentrazione l’intera partita, dando un esemplare spettacolo e facendo fare una gran bella figura all’intera Città di Palermo. In tal senso cercherò di portare con me a bordo vasca un egregio rappresentante della palermitanità, il mio amico Sasà Salvaggio, chiedendogli di presentare la partita, leggendo al pubblico le formazioni delle due squadre. Incrociamo le dita e continuiamo a sognare . . .”.

Queste le probabili formazioni del match di domani, ore 15:

TeLiMar Palermo: Sansone, Zubcic, Galioto, Di Patti, Salemi, D'Aleo, Calabrese, Mauti, Lo Cascio, Mattarella, Ippolito, Covello A., Covello Y.
Allenatore: Occhione.

SS Lazio Nuoto: Sattolo, Nieves, Sebastianutti, Mirarchi, Latini, Castello, Tafuro, Cardoni, Leporale, Maddaluno, Gianni, Letizi, Gazzarini.
Allenatore: Ciocchetti.



Segnala il commento