Live Sicilia

Il capitano rosanero

Tutto Miccoli in sette giorni

Venerdì 29 Giugno 2012 - 18:37
Articolo letto 830 volte

SEGUI

Continua la "telenovela" Miccoli. Resta o va via? In una settimana si dovrebbe conoscere il futuro del giocatore rosanero.

Condividi questo articolo

Entro una settimana il futuro di Fabrizio Miccoli sarà definito. Sia il Palermo che lo stesso giocatore, infatti, vogliono capire se il matrimonio può ancora continuare o deve interrompersi in una calda giornata d’estate. Miccoli ha vari dubbi; giocare in Arabia significherebbe gonfiare di tanto il suo ingaggio, ma giocare in Arabia significherebbe quasi chiudere in anticipo la sua carriera, vista la scarsa competitività del campionato. Scelte importanti da fare, scelte di vita che Miccoli sta sondando singolarmente per prendere la decisione migliore. E il Palermo? I rosanero non fanno un passo indietro né un passo avanti. Zamparini e Perinetti non si muovono, attendono segnali dall’altra parte, ma questo temporeggiamento rischia davvero di aprire ulteriori crepe nel rapporto tra le due fazioni.

Giorgio Perinetti a LiveSicilia parla così: “Non c’è nessuna trattativa – dice il dg rosanero – non abbiamo mai avuto contatti con questo club. Ripeto che noi siamo fermi all’incontro che Zamparini ha avuto qualche settimana fa con Miccoli in cui il giocatore ha espresso la volontà di voler restare. Adesso leggo di dichiarazioni, di trattative, ma al Palermo non hanno comunicato nulla. Se Miccoli sta trattando e ha cambiato idea allora ce lo comunichi in modo da poterne parlare. Allo stato delle cose attuali però io ritengo Miccoli un giocatore del Palermo e quindi pronto per andare in ritiro con il resto dei compagni. Rinnovo? Miccoli ha un contratto, quando inizierà la sua attività agonistica potremo anche iniziare a parlare di rinnovo ma sappiamo bene che c’è tempo per questo. Il giocatore per noi vuole rimanere”.

Passiamo a Silvestre: sul centrale continua l’interesse di Inter e Milan, ma visti i pochi euro che circolano nel mercato italiano, per Silvestre prende quota l’ipotesi estero e come anticipato qualche giorno fa, il Paris Saint German potrebbe essere la squadra adatta per il difensore argentino. Ma se va via Silvestre, il Palermo non dovrebbe stare a guardare e l’obiettivo sarebbe Michele Canini del Cagliari. Anche il patron rossoblù, Massimo Cellino, spinge il suo giocatore a scegliere la soluzione rosanero:

“Il Palermo è un grande club – afferma Cellino a stadionews - con Zamparini ho un rapporto straordinario e ho consigliato a Canini che vuole andare via di andare in Sicilia. I rosa farebbero un affare. Però per adesso Zamparini non mi ha chiamato, c'è stato solo un pour parler, si vedrà”. Si allontana sempre più invece Michael Bradley; con l’arrivo di Rios, infatti, al Palermo non serve più un altro centrocampista, allora ecco che sul giocatore del Chievo si fa sotto la Roma che potrebbe chiudere nel giro di pochi giorni. Sfuma anche De Luca del Varese che dovrebbe andare al Catania. Potrebbe andare al Valenciennes invece Mauro Cetto.



Segnala il commento