Live Sicilia

LA PROTESTA

Aeroporto di Comiso:
"Vogliamo l'apertura"

Sabato 30 Giugno 2012 - 12:47
Articolo letto 1.040 volte

Un documento per chiedere l'apertura dell'aeroporto di Comiso. Non cessa la polemica sulla vicenda.

Condividi questo articolo

VOTA
0/5
0 voti
Un documento che testimonia "la ferma volontà della classe dirigente della provincia di Ragusa volta a rimuovere gli impedimenti burocratici e finanziari che hanno tuttora impedito la apertura dell'aereoporto di Comiso" é stato consegnato stamane al prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro da una delegazione di rappresentanti istituzionali guidata dal segretario provinciale del Partito Democratico Salvatore Zago. Il prefetto ha assicurato l'immediato l'inoltro dell'atto a tutti i vertici istituzionali interessati alla problematica. Facevano parte della delegazione, fra gli altri, il sindaco di Modica Antonello Buscema, il parlamentare regionale Roberto Ammatuna, il presidente del Centro studi F. Rossitto, Giorgo Chessari, il vice presidente del Consorzio universitario Giovanni Battaglia e esponenti delle organizzazioni politiche datoriali e sindaca.


'Aeroporto di Comiso chiuso, vergogna nazionale': questo il testo scritto su volantini distribuiti ai passeggeri e sulle t-shirt indossate da una sessantina di persone, per lo più siciliane, che stanno protestando all'aeroporto di Fiumicino, davanti all'ingresso del Terminal 1, al piano Partenze, per la mancata apertura dell'aeroporto di Comiso. Capeggiati dal parlamentare regionale Pippo Digiacomo i manifestanti, costantemente controllati dalle forze dell'ordine, oltre a distribuire volantini che ritraggono le fotografie dello scalo di Comiso terminato e ancora chiuso, hanno affisso alcuni striscioni in segno di protesta.
Ultima modifica: 30 Giugno 2012 ore 13:27



Segnala il commento