Live Sicilia

Governo Lombardo

Lascia anche la Chinnici

Giovedì 05 Luglio 2012 - 10:54
Articolo letto 4.314 volte

Anche l'assessore per le Autonomie locali ha rassegnato le dimissioni, stamane, nelle mani di Raffaele Lombardo. Sarà il nuovo responsabile del dipartimento della Giustizia minorile al ministero della Giustizia. "Le accuse al governatore? - ha detto - Ho provato un po' di amarezza".

Condividi questo articolo

VOTA
1.9/5
13 voti
, Politica
L'assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, ha rassegnato stamattina le proprie dimissioni direttamente nelle mani del presidente Raffaele Lombardo. La dottoressa Chinnici andrà ricoprire un incarico al ministero della Giustizia. Ieri Lombardo ha confermato che si dimetterà il 31 luglio prossimo per consentire di andare ad elezioni anticipate alla fine di ottobre.

Caterina Chinnici era entrata come assessore tecnico nella giunta di Lombardo il 29 maggio del 2009 con la delega alla Famiglia. Un'esperienza protrattasi fino al gennaio del 2010. Il nuovo rimpasto e la riforma della struttura degli assessorati, "sposta" l'assessore alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica. La Chinnici verrà confermata in quel ruolo anche nella nuova giunta di Lombardo, varata nel settembre del 2010. E in carica fino a oggi.

La Chinnici andra' a ricoprire, come detto, su proposta del ministro della Giustizia, Paola Severino, il ruolo di capo del Dipartimento della Giustizia minorile del ministero. L'annuncio è stato dato nel corso di una conferenza stampa con il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.

Dopo tre anni di esperienza nella giunta regionale, prima come assessore per la Famiglia e le Politiche sociali e successivamente per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, la Chinnici torna quindi a occuparsi della giustizia minorile in Italia, settore nel quale è stata per più di un decennio procuratore della Repubblica, prima a Caltanissetta e successivamente a Palermo.

"Ritorno nel mio ambito professionale - spiega la Chinnici - certamente arricchita dall'esperienza amministrativa di questo triennio. Ringrazio il ministro Severino per l'opportunita' e la fiducia concessemi, il presidente Lombardo per la possibilita' che mi ha dato di offrire il mio contributo al percorso di rinnovamento della Sicilia e il Parlamento regionale, con il suo presidente Cascio, per la collaborazione e la disponibilita' dimostrata in questi tre anni".


"Lascio il mio incarico con la consapevolezza di avere lavorato nell'interesse dei cittadini siciliani, sempre nel rigoroso rispetto della legalita', per realizzare gli obiettivi di governo nell'ambito delle competenze dell'assessorato che ho avuto l'onore di dirigere. Fra questi, primo tra tutti l'approvazione della legge 5/2011 sulla semplificazione, imparzialitè e trasparenza dell'azione amministrativa - di cui proprio in questi giorni si è sostanzialmente completata la fase attuativa - che sono convinta potrà rappresentare un utile strumento per rilanciare l'economia e il lavoro e per attrarre investimenti nell'Isola".

"Non è facile lasciare - conclude l'assessore - dopo 3 anni di lavoro trascorsi intensamente insieme a una bellissima e affiatata squadra di collaboratori. Un ringraziamento speciale va a tutti loro per l'entusiasmo e la dedizione con i quali mi hanno affiancato in questa bella esperienza".

Una battuta, però, la Chinnici l'ha riservata anche alla vicenda giudiziaria del presidente della Regione Raffaele Lombardo, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio.: "Sono stati momenti di amarezza, - ha commentato Caterina Chinnicic - ma come altri colleghi di giunta ho proseguito la mia attività per completare il mio mandato".

"Certamente - ha affermato il presidente Lombardo - ci mancherà. Credo che in questi 3 anni nessun altro assessore abbia avuto un grande consenso, anche tra i partiti d'opposizione, come la dottoressa Chinnici. A lei va il mio ringraziamento e l'augurio di buon lavoro per il nuovo e prestigioso incarico"

E un ringraziamento arriva anche da Roma, dove il Guardasigilli Paola Severino ha commentato con queste parole la scelta della Chinnici di accogliere l'invito del Ministero. "Ringrazio Caterina Chinnici per aver accettato un incarico gravoso - ha detto il ministro Severino - al quale saprà dare un fondamentale contributo di professionalità e di competenza acquisite in anni di intenso lavoro in qualità di magistrato minorile, nonché di esperto ministeriale nei campi delle adozioni internazionali e della devianza minorile".
Ultima modifica: 07 Luglio 2012 ore 12:16



Segnala il commento