Live Sicilia

Proclamato il lutto cittadino a Ribera

Due morti sulla Palermo-Sciacca,
ferito il conducente dell'altra auto


Articolo letto 8.721 volte
VOTA
1/5
21 voti

Emanuela Guddemi, Giovanni Ragusa, incidente, san cipirello, San Giuseppe Jato, Cronaca, Agrigento, Palermo
E' una cittadina sotto choc Ribera, il paese in cui Giovanni Ragusa ed Emanuela Guddemi erano nati e cresciuti. Lui 35 anni, lei 32, erano sposati da un anno ed erano in attesa del loro primo figlio. Emanuela, giornalista pubblicista e corrispondente da Ribera per alcuni quotidiani e condirettore di un mensile locale, era infatti incinta di quattro mesi. La vita dei giovani sposini si è spezzata lungo la strada statale 624: erano a bordo di una Lancia Y quando si sono schiantati contro una Toyota Rav guidata da un palermitano classe 1945, A.D.V.P, trasportato presso l’ospedale “Villa Sofia” con l’elisoccorso.

Lo scontro frontale fra i due mezzi è avvenuto all'altezza dello svincolo per San Giuseppe Jato, quasi al confine con San Cipirello. Sul posto sono arrivati i carabinieri della locale stazione che stanno effettuando i rilievi, i vigili del fuoco e personale dell'Anas. La strada statale ieri pomeriggio è stata chiusa al traffico, in entrambe le direzioni, tra le località di Camporeale (km 34,400) e San Cipirello (km 27,600).

E mentre il sindaco di Ribera, Carmelo Pace, ha proclamato il lutto cittadino, migliorano le condizioni di salute del conducente del Suv. A Villa Sofia, dove è ricoverato, la prognosi potrebbe già essere sciolta oggi e potrebbe essere trasferito dal reparto di Rianimazione. Per le due giovani vittime, invece, verrà allestita domani, la camera ardente all'interno della sala consiliare del Comune di Ribera.

(foto tratta da: http://www.cilibertoribera.it)