Live Sicilia

PALERMO, LE ANALISI

Rogo a Bellolampo e diossina:
Arpa: "Non c'è contaminazione"

Martedì 07 Agosto 2012 - 15:20
Articolo letto 1.554 volte

SEGUI

L'Arpa esclude la presenza di una contaminazione significativa da diossine. Le analisi sono state effettuate su campioni di aria e di suolo tra il 29 e il 31 luglio, nei giorni clou dell'incendio alla discarica.

Condividi questo articolo

VOTA
2.5/5
4 voti
L'Arpa, l'Agenzia Regionale Protezione Ambientale, ha comunicato i dati realtivi alla produzione di diossina nel corso dell'incendio che ha avvolto la discarica di Bellolampo per otto giorni. I valori sarebbero nella norma e, in generale, viene esclusa la presenza di una contaminazione significativa. I dati che emergono si riferiscono ai campionamenti effettuati qualche giorno fa in diversi siti della città, da Boccadifalco, a via Castellana, fino alla facoltà di Ingegneria.

Viene precisato però, che alcuni valori si riferiscono a campionamenti non ottimali perché non specifici per l’incendio. I dati, nello specifico, riguardano le analisi del suolo e dell'aria, i cui campioni sono stati prelevati rispettivamente il 30 luglio da via Castellana e dal 29 luglio al 31, a Boccadifalco, tramite la centralina dell'Amia, durante i giorni clou dell'incendio quindi. Il valore delle diossine risulta inferiore al valore guida.

I dati sono stati resi noti dopo il tavolo tecnico voluto dall'assessore regionale per la Salute Massimo Russo, per coordinare le azioni di tutti i soggetti istituzionali coinvolti nel rogo della discarica palermitana. Hanno partecipato dirigenti e funzionari dell'assessorato regionale del Territorio e Ambiente e della Salute, del dipartimento regionale Acque e rifiuti  dell'Asp di Palermo, dell'Arpa, dell'Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia, del Comune di Palermo e della Protezione Civile regionale.

 

 
Ultima modifica: 08 Agosto 2012 ore 15:42



Segnala il commento