Live Sicilia

CATANIA

Università, Recca si difende:
"Rinuncio al compenso"

Venerdì 14 Settembre 2012 - 12:54
Articolo letto 1.112 volte

SEGUI

Severino Recca, fratello del rettore dell'Università di Catania Antonino (nella foto), annuncia di essere pronto a rinunciare al compenso per l'incarico di responsabile della web tv dell'ateneo. Incarico che aveva sollevato aspre polemiche.

Condividi questo articolo

VOTA
5/5
1 voto
CATANIA - Qualche giorno fa la notizia che Severino Recca, volto del gruppo Ciancio e dell’informazione catanese, avesse ottenuto il ruolo guida del nuovo progetto di web tv dell’Università Catania, aveva fatto storcere qualche naso: Severino è infatti il fratello di Antonino Recca, il rettore. Ma adesso il giornalista si dice pronto a rinunciare al proprio compenso.

La nuova web tv universitaria rientra nell’ambito del progetto Brit, finanziato integralmente dal Miur, e si affianca agli altri due strumenti di comunicazione di cui l’Università di Catania dispone, il Bollettino d’Ateneo e Radio Zammù. I fondi dedicati a quest’ultima iniziativa universitaria sono 350mila euro e saranno gestiti appunto da Severino Recca, in quanto responsabile di produzione.

Il fratello del rettore però non ci sta ad essere additato come “il parente” della situazione e arriva subito la sua risposta alle accuse, tramite la diffusione di una missiva inviata all’ateneo catanese in data 1 settembre: “Il sottoscritto Recca Severino manifesta e comunica il proprio interesse, per evitare ogni possibile catalizzazione mediatica e qualsivoglia speculazione connessa a rapporti familiari dello scrivente, a rinunziare al compenso indicato”. Dunque Recca non percepirà i 18mila euro annui che gli spetterebbero da contratto.

Intanto la web tv universitaria è in attesa del termine del bando per la fornitura delle attrezzature, e poi sarà tutto pronto per l’inizio dell’attività. Le tre figure professionali che compongono lo staff sono state scelte attraverso procedura comparativa indetta dall’ateneo, ed accanto a Recca ci saranno Rosaria Macauda, come responsabile di palinsesto, e Christian Bonatesta, come responsabile di regia.
Ultima modifica: 14 Settembre 2012 ore 13:35



Segnala il commento