Live Sicilia

PALERMO

Gesip, il ministero:
"Nessun accordo"

Martedì 18 Settembre 2012 - 21:25
Articolo letto 8.172 volte

SEGUI

Il sindaco aveva annunciato l'accordo con il ministero del Lavoro e l'Inps sulla cassa integrazione in deroga per tutti i 1.800 dipendenti della Gesip. Ma nella serata di ieri è arrivata la doccia fredda da Roma,

Condividi questo articolo

cassa integrazione, gesip, ministero, orlando, Palermo
PALERMO - “Non esiste alcun accordo con il comune di Palermo sulla Gesip”. L'annuncio shock viene direttamente da Roma, e precisamente dal ministero per il Lavoro, e rischia di scatenare un vero e proprio terremoto nel capoluogo siciliano.

Solo qualche ora dopo l'incontro a Palazzo delle Aquile con cui il sindaco Leoluca Orlando ha annunciato l'intesa con il dicastero del Welfare e l'Inps per la concessione della cassa integrazione in deroga per i 1.800 dipendenti della Gesip, ecco la doccia fredda: Roma smentisce qualunque accordo sulla società partecipata.

“Il Comune – dice il portavoce del ministro Elsa Fornero, Filippo Vecchio – ha anzitutto un debito con l'Inps che deve risolvere. E deve farlo prima di poter chiedere la cassa integrazione. Poi dovrà presentare una richiesta, andrà individuata la copertura finanziaria e solo allora si potrà far partire il processo”. Un iter che richiederebbe tempi lunghi.


Una posizione, quella del ministero, che crea un vero e proprio giallo contraddicendo, almeno in parte, quanto detto dal sindaco ieri pomeriggio a Sala delle Lapidi davanti a sindacalisti e dipendenti Gesip. Il primo cittadino aveva annunciato, infatti, un'intesa con il ministero del Lavoro e la copertura finanziaria degli ammortizzatori sociali da parte del governo Monti. Intesa che, secondo il dicastero, in realtà non ci sarebbe.

Il futuro della Gesip torna così a tingersi di nero, dopo due settimane di aspre proteste che hanno messo in ginocchio la città. E dire che a precisa domanda sull'esistenza di un accordo scritto, posta oggi da un sindacalista, Orlando aveva risposto: “Certo che c'è”. Peccato che al Ministero nessuno ne sia a conoscenza.

Secca e immediata la replica dell'amministrazione comunale. "Vecchio non sa di cosa sta parlando - dicono dallo staff del sindaco - non abbiamo alcun debito con l'Inps. E' escluso categoricamente".
Ultima modifica: 19 Settembre 2012 ore 14:11



Segnala il commento