Sono i lavoratori di 40 cooperative socioassistenziali, che hanno incrociato le braccia in piazza Università. Garantiscono assistenza alle categorie svantaggiate e agli anziani.