Live Sicilia

L'ANNUNCIO SU IL FATTO

Travaglio non perdona
Berlusconi sarà querelato


Articolo letto 4.317 volte

Il giornalista ha annunciato alla fine di un suo editoriale che denuncerà Berlusconi: nella puntata di Servizio Pubblico di giovedì sera, l'ex premier ha apertamente accusato Travaglio di essere un "diffamatore di professione". Le parti sembrano essersi invertite per una volta: il vice direttore de Il Fatto assicura lapidariamente che querelerà l'ex presidente del consiglio.

VOTA
2.2/5
9 voti

denuncia, editoriale marco travaglio, il fatto quotidiano, marco travaglio, querela, servizio pubblico, silvio berlusconi
ROMA - Continua a sentirsi l'eco dell'attesissimo incontro/scontro tra Silvio Berlusconi e Marco Travaglio, avvenuto giovedì sera a Servizio Pubblico, il programma di Michele Santoro in onda su La 7. Il vice direttore de Il Fatto Quotidiano non le manda certo a dire e nell'editoriale di oggi, in cui "smaschera" le "17 balle" dette da Berlusconi, annuncia la querela nei confronti dell'ex presidente del Consiglio.

"Travaglio è un diffamatore di professione: ha dieci condanne per diffamazione": con queste parole Berlusconi ha condito il suo intervento di giovedì sera, quindici minuti tutti dedicati al giornalista, con tanto di "lettera" indirizzata. Travaglio contesta le parole dell'ex premier, ricordando che già una volta la giornalista de Il Giornale Maria Giovanna Maglie aveva scritto su di lui “specialista in calunnia e distruzione di reputazione altrui”, beccandosi una denuncia e una condanna a risarcire 30 mila euro più 5 mila di sola pena pecunaria. Dunque il vice direttore de Il Fatto agirà allo stesso modo anche in quest'occasione.

La frase di Travaglio è inequivocabile: "Per gli stessi motivi, ora denuncerò Silvio Berlusconi. In attesa di reincontrarlo a Servizio Pubblico, sarò lieto di rivederlo in Tribunale". Per una volta, le parti sembrano invertire: nelle prossime settimane probabilmente si sapranno nuovi dettagli della vicenda.